Ultimo aggiornamento: 22/07/2020

Come scegliamo

18Prodotto analizzati

15Ore impiegate

6Studi valutati

58Commenti raccolti

Le mode si portano dietro anche stili di pensiero e modi di fare (e addirittura di mangiare) provenienti da altre culture. Il wok è stato, tra le tante, una delle tendenze orientali che si è fatta più spazio nella società occidentale. Non è affatto un semplice fenomeno passeggero, anzi, sono sempre di più gli appassionati di cucina che utilizzano ogni giorno questa fantastico metodo di cottura per preparare i loro piatti.

Se per te sentir parlare di wok equivale ancora a sentir parlare cinese, sei sulla buona strada. Utilizzato principalmente in Cina, ma anche in altri Paesi orientali, il wok è un recipiente da cucina pensato per preparare il cosiddetto sauté (o stir-fry, in inglese). Ti permette di cucinare in maniera semplice e salutare, utilizzando pochi grassi e garantendoti una cottura rapida ed al dente. Cosa aspetti a provarlo?

Le cose più importanti in breve

  • Cucinare con il wok ha guadagnato un numero sempre crescente di fedeli in Occidente, grazie ai risultati che assicura, allo stesso tempo deliziosi e salutari, il tutto con tempi brevi di cottura e preparazione;
  • Per poter cucinare bene con il wok, è importante considerare la velocità del sauté, la temperatura e il movimento della padella;
  • Esistono vari modelli di wok, per tutte le preferenze in fatto di metodi di cucina. Nella sezione ‘Criteri di acquisto’ te ne parleremo più nel dettaglio.

I migliori wok sul mercato: la nostra selezione

Quando pensiamo di acquistare un wok, sono diversi i fattori di cui dobbiamo tener conto se vogliamo che i nostri piatti riescano quanto più saporiti e sani possibile. Sceglieremo l’uno o l’altro modello in base a ciò che cerchiamo, come ad esempio un prodotto di lunga durata, facile da maneggiare o molto pratico. In questa sezione ti proponiamo alcune delle migliori varianti attualmente in commercio.

Il wok più tradizionale

Questo wok in acciaio al carbonio battuto a mano, è spesso 1,8mm di grado commerciale, ha un design tradizionale dal fondo tondo e un diametro di 35,6 centimetri, ideale quindi per chi cucina grandi quantità. Funziona solo su fornello a gas e deve essere trattato prima dell’uso, esattamente come il wok in ghisa.

Chi fa il corretto trattamento, considera questo prodotto eccezionale e di altissima qualità, un tradizionale e vero wok che può dare grandi soddisfazioni in cucina.

Il wok preferito dalle recensioni

AmazonBasics propone una padella wok in acciaio inox grado 304, da 28 cm di diametro, rivestimento antiaderente a doppio strato senza PFOA e con un impugnatura rivestita in silicone. Può essere usato su qualsiasi piano cottura, incluso a induzione e può anche essere inserito in forno fino a un massimo di 175 °C. È lavabile in lavastoviglie, anche se il produttore consiglia il lavaggio a mano.
Le recensioni sono tutte positive al momento. Viene giudicato un wok con un rapporto qualità prezzo insuperabile, semplice da usare, robusto anche se, qualche esperto, giudica il manico troppo corto per eseguire un vero sauté.

Il wok più grande in ghisa

Con tutti i vantaggi che la ghisa offre, questo wok è un accessorio che può durare per tutta la vita. Può essere usato su qualsiasi piano cottura e anche in forno. La dimensione è ideale per chi cerca una padella grande, visto che ha un diametro di 35,6 centimetri e, il comodo coperto in legno conclude quello che può essere considerato uno dei migliori wok sul mercato. Visto che il peso è notevole, il design prevede due grandi maniglie, per semplificare il suo uso.

Le recensioni, non presenti ancora in Italia, lo giudicano un wok perfetto per cucinare, ma è importante trattare la ghisa come si deve o si rischia di odiarlo fin dai primi impieghi.

Il wok più conveniente

Lagostina propone un simil-wok in alluminio adatto per i fornelli a gas e per la piastra elettrica, in alluminio, del diametro di 28 centimetri. Il rivestimento antiaderente interno è multistrato meteorite resistium e privo di PFOA, piombo o cadmio. Ha anche un esclusivo tecnologia chiamata Lago-spot che indica la temperatura ottimale per preservare il sapore degli alimenti.

Secondo le recensioni, positive per quasi il 90%, si tratta di un wok che supera le aspettative, visto il prezzo contenuto e l’alta qualità che offre. Qualcuno dichiara di usarlo tutti i giorni, senza problemi e anche a distanza di tempo è come nuovo. Tuttavia, altre recensioni lo giudicano troppo fragile e leggero per essere un vero wok.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sul wok

La cucina con il wok ha guadagnato moltissimi adepti negli ultimi tempi. Non ci sorprende, però, che le sue qualità siano ancora sconosciute ai più, essendo una pratica più comune in Medio Oriente. In questa parte del nostro articolo, vogliamo presentarti gli elementi base di cui devi essere a conoscenza prima di iniziare a cucinare con un wok.

chef flipping vegetables in wok

Il sauté è la tecnica più caratteristica della cucina con il wok. (Fonte: Dotshock: 100938633/ 123rf.com)

Qual è il valore aggiunto della cucina con wok?

Cucinare con il wok è il metodo ideale per friggere, cuocere, bollire o preparare alimenti al vapore. Questo ventaglio di possibilità lo rende uno strumento polivalente, una qualità difficile da ritrovare in altri utensili da cucina più tradizionali, come ad esempio la padella. La sua forma ampia e profonda consente di utilizzare varie zone di temperatura, a seconda della necessità, per ciascuna preparazione.

Inoltre, usare il wok è anche salutare, poiché si tratta di una cottura breve ad alte temperature. In tal modo, l’alimento è cotto all’esterno ma mantiene i suoi succhi e i suoi nutrienti all’interno. Il manico largo facilita il sauté ed i materiali di cui è fatto lo rendono più leggero e maneggevole. Bisogna solo prestare una certa cautela al momento di lavarlo.

Quale tipo di wok acquistare?

Prima di comprare un wok, dobbiamo prendere in conto i vari aspetti che faranno in modo che il nostro nuovo utensile diventi il nostro migliore amico in cucina. Prima di tutto, dobbiamo assicurarci che sia leggero: se lo utilizzeremo nelle preparazioni basiche di tutti i giorni, ci converrà poterlo sollevare facilmente con una sola mano.

Inoltre, è consigliabile che disponga di un manico, o anche di due piccole maniglie laterali, per poterlo maneggiare più facilmente. Tuttavia, ciò dipenderà anche dal tipo di cucina che ci interessa realizzare. Nella tabella che segue, ti mostriamo alcuni elementi che puoi tenere in considerazione per fare la scelta più giusta per te.

Se voglio… Devo comprare…
Una buona manovrabilità. Un wok con uno o due manici, abbastanza leggero.
Cucinare grandi quantità. Un wok con un diametro di 32 cm o più.
Che il cibo non si attacchi. Un wok antiaderente.
Utilizzarlo in più di una cucina. Un wok compatibile con tutte le fonti di calore (fornelli a gas, piastre a induzione).
Cucinare tutti i cibi allo stesso modo. Un wok molto spesso, capace di distribuire il calore in modo omogeneo.

Quanto è importante il sauté nella cucina con wok?

Il sauté, anche detto stir-fry, è la tecnica principale nella cucina con il wok. Concretamente, dobbiamo ricordare che in questo metodo di cucina orientale l’aspetto più importante è la velocità di esecuzione, insieme alla temperatura di cottura. A questi due elementi se ne aggiunge un terzo, ovvero il movimento applicato ai cibi che stanno cuocendo in padella.

A causa del calore intenso a cui il wok viene sottoposto durante il suo utilizzo, è importante che venga continuamente agitato. Ma non preoccuparti, non sarà necessario farlo per troppo tempo. Un’altra caratteristica di questa tecnica è, infatti, la cottura rapida, dunque potremo subito spegnere il fornello e goderci i nostri piatti preferiti.

 vegetarian wok stir fry

La dimensione del wok è uno degli aspetti su cui i produttori puntano di più quando lanciano il proprio prodotto sul mercato. (Fonte: Resnick: 22457672/ 123rf.com)

Quali sono gli step da seguire per cucinare con il wok?

Innanzitutto, per preparare una deliziosa ricetta al wok, seguendo il suo stile originale, è necessario realizzare un sauté ad alta temperatura. Questo significa che dovrai riscaldare il wok prima di versarvi gli ingredienti. In seguito, potrai anche aggiungere olio di sesamo o cucinare i cibi senza condimento.

Arriva poi il momento di condire.

La cucina orientale utilizza solitamente aglio e zenzero, ma questo può essere comunque adattato ai tuoi gusti. Aggiungeremo l’ingrediente principale (carne, pesce o quello che desideri), le verdure, richiuderemo e, infine, agiteremo il wok per permettere che tutti i sapori si mescolino.

Quali sono i consigli da seguire nella cucina con il wok?

Cucinare con il wok non comporta grandi difficoltà, se ricordiamo che è la tecnica tipica e più usata nella cucina asiatica. Tuttavia, è consigliabile seguire una serie di consigli per imparare i piccoli trucchi di questa tradizione culinaria. In questo modo, ne gioverai al massimo e potrai goderti i risultati. Ti diciamo quali sono nella lista seguente:

  • Cucina utilizzando una minima quantità di olio (uno o due cucchiai)
  • Aggiungi gli ingredienti a scaglioni, a seconda del tempo di cottura di cui ciascuno ha bisogno
  • Toglili dal fuoco quando raggiungono una consistenza al dente
  • Taglia tutti gli ingredienti più o meno della stessa lunghezza e grandezza, per uniformare i tempi di cottura
  • Lava tutti gli ingredienti in anticipo, per facilitarne la cottura rapida
  • Per iniziare a cucinare, assicurati che il fuoco e la temperatura siano alti
  • Non esiste un tempo specifico di durata della cottura al wok, ma si consiglia che sia piuttosto breve
Street Food Festival. Cooking Food On Fire

Oggigiorno, la maggior parte dei wok è in acero inossidabile e include uno strato antiaderente, il che li rende più facili da lavare, conservare e maneggiare. (Fonte: Puhhha: 108465509/ 123rf.com)

Il wok richiede una manutenzione specifica?

Prima di iniziare ad utilizzare il wok, dobbiamo ricordare che spesso conviene prestarvi una cura particolare, per evitare che i cibi inizino ad attaccarsi al fondo durante la cottura. A cosa ci riferiamo quando parliamo di “manutenzione” del wok? Questa tecnica consiste nel creare uno strato speciale che evita agli alimenti di attaccarsi e, allo stesso tempo, protegge l’utensile dall’ossidazione.

Il processo per crearlo consiste nel riscaldare il wok, che avremo unto con una materia grassa (come ad esempio olio o burro) a temperatura molto alta. Lasceremo il grasso fumare nel wok per qualche minuto e ripeteremo questo procedimento più volte, lasciandolo raffreddare tra l’una e l’altra. Questo migliorerà la sua capacità antiaderente.

Criteri di acquisto

All’apparenza, quasi tutti i wok sembrano simili o uguali. Ciò nonostante, approfondendo su questo prodotto ci rendiamo conto delle differenze che ci sono tra una variante e l’altra, e che riguardano aspetti quali la capacità antiaderente, lo spessore, la compatibilità con i vari tipi di fuochi e la dimensione. In questa sezione parleremo nel dettaglio di queste particolarità.

Dimensioni

Le dimensioni del wok sono uno degli aspetti su cui i produttori puntano di più nel lanciare i proprio prodotti sul mercato. Infatti, vari modelli sono disponibili in più dimensioni, cosi da permettere ai diversi acquirenti di scegliere quello che fa più al caso loro, a seconda che debbano cucinare per molte persone o meno. In tal senso, risulta quindi complicato indicare una misura ideale.

Normalmente, la dimensione del wok è misurata con i centimetri di diametro del bordo esterno, e 28 cm è una delle misure standard. La grandezza minima è, solitamente, 21 cm, e quella massima 35,6 cm, ma anche queste possono variare. In alcuni casi, vengono specificati anche i centimetri di altezza e il diametro della base.

Tasty vegetable dish with broccoli and peppers

Cucinare con il wok è il metodo ideale per friggere, cuocere, bollire o preparare alimenti al vapore. (Fonte: Foodandomore: 58460222/ 123rf.com)

Aderenza

I wok tradizionali non avevano capacità antiaderente, e richiedevano dunque cure particolari per evitare che il cibo si attaccasse al fondo durante la cottura. Oggigiorno, la maggior parte dei wok è in acero inossidabile e include uno strato antiaderente, il che li rende più facili da lavare, conservare e maneggiare.

Essenzialmente, dovremo assicurarci che il wok che desideriamo acquistare sia antiaderente. Tenendo conto che la tecnica di cottura tramite wok richiede quasi sempre di realizzare un sauté, l’ultima cosa di cui abbiamo bisogno è di ritrovarci con gli ingredienti attaccati al fondo della padella. Oggi esistono molti wok che garantiscono l’antiaderenza necessaria ad evitare questo tipo di inconvenienti.

Compatibilità

Sicuramente, ti è capitato a volte di ritrovarti con una padella incompatibile con il tipo di superficie che avresti dovuto usare per cucinare. Si tratta di un caso molto comune, che spesso ci obbliga a cambiare utensile da cucina ogni tre per due. Per fortuna, la maggior parte dei wok indica chiaramente sulla confezione le superfici con le quali è compatibile o meno.

Di solito, infatti, viene specificato se sono adatti a tutte le fonti di calore, compresa la piastra ad induzione, il forno, e se possono essere lavati in lavastoviglie. In alcuni casi, riportano anche se funzionano sul gas, sulle piastre elettriche o in vetroceramica, e perfino su superfici quali griglie, fuochi o stufe a infrarossi. Assicurati di scegliere quello che fa al caso tuo.

Nella gastronomia cinese, il movimento costante che si applica ai wok per saltare gli alimenti viene indicato con l’espressione wok hei.

Capacità

Abbiamo parlato dell’importanza della dimensione del wok perché si adatti alle quantità di cibo che siamo soliti preparare. A differenza di molte padelle comuni, i wok sono di solito più alti. Oltre ad evitare che il cibo scivoli dai lati quando il wok viene mosso per realizzare il sauté, questa struttura ci offre altri vantaggi.

Innanzitutto, l’altezza del wok lascia più spazio agli ingredienti. Di solito, questo spazio viene misurato in litri (in media, sono circa 4). Un’altra forma di misurare la capienza del nostro wok è quella di paragonare il diametro all’altezza. Ti sorprenderà vedere tutto quello che puoi cucinare in uno spazio apparentemente limitato.

Rivestimento

Quando parliamo di rivestimento, ci riferiamo allo strato che ricopre una particolare superficie. Applicato ai wok, si tratta dello strato antiaderente di cui gran parte di essi dispone. Alcuni modelli, inoltre, hanno addirittura un ulteriore strato in più per aumentarne lo spessore e facilitare la distribuzione omogenea del calore. A seconda del tipo di cottura che desideriamo, opteremo per l’una o l’altra variante.

Nella cucina al wok, il rivestimento che lo avvolge è di grandissima importanza. Assicuratene prima di acquistarlo, poiché da questo dipende quello che potrai preparare utilizzando questo strumento, ma anche quello che invece non potrai ottenere in termini di capacità antiaderente, circolazione del calore nel wok e tipo di cottura.

Conclusioni

Cucinare con il wok apporta un valore aggiunto alla cucina tradizionale a cui siamo abituati nella vita di tutti i giorni. Più che di un cambiamento drastico, si tratta semplicemente di un tocco caratteristico alla nostra maniera di cucinare. Puoi acquistare un wok ad un prezzo abbordabile; poi, tutto dipenderà dal libero sfogo che darai alla tua fantasia e da quanto interesse hai nell’acquisire esperienza e pratica.

Se tieni conto della velocità del sauté, la temperatura della cottura e il movimento da applicare al wok, sarai già in possesso di questa tecnica all’80 %. Il resto lo faranno le informazioni aggiuntive, come quelle che ti abbiamo fornito in questo articolo e, ovviamente, l’esperienza, che si acquisisce solo attraverso la pratica. Sei pronto a provare?

Se questo articolo ti è piaciuto, ti chiediamo di lasciarci un commento o condividerlo sui social per le persone interessate all’argomento.

(Fonte dell’immagine in evidenza: Foodandmore: 58460443/ 123rf.com)

Perché puoi fidarti di me?