Ultimo aggiornamento: 21/08/2021

Come scegliamo

13Prodotto analizzati

19Ore impiegate

3Studi valutati

70Commenti raccolti

Grazie ad internet, il fai da te è diventato un movimento inarrestabile e diffuso. E se sei uno di quelli che non perde mai l’occasione di dare nuova vita a oggetti rotti, o semplicemente di creare cose nuove, avrai bisogno di un sacco di viti diverse a portata di mano.

Queste parti metalliche sono sempre state essenziali per unire saldamente insieme pezzi diversi, dalle assi di legno nei letti e nei mobili, alle gambe delle lenti alle cornici, persino nei gioielli e nelle apparecchiature elettroniche.

Per queste ragioni non fa mai male comprare le migliori viti sul mercato e tenerle su uno scaffale dedicato. Naturalmente, non tutte le viti sono uguali o della stessa qualità, ecco perché ti aiuteremo a scegliere quelle che ti servono. Esaminiamo i diversi tipi di modelli e i loro usi più appropriati, facciamo anche una ricerca sui posti migliori per acquistarli e sui prezzi più rilevanti.




Sommario

  • Una vite è un piccolo pezzo di metallo che viene installato nelle prese in modo filettato. Il suo scopo è quello di fissare diverse parti in modo sicuro, sia ruotando in un foro, sia facendo pressione con un dado. Sono utilizzati in una vasta gamma di mobili, oggetti e apparecchiature elettroniche.
  • Ci sono diversi tipi di viti, tutte con diverse dimensioni, punte e teste. Le diverse dimensioni sono utilizzate per adattarsi e inserirsi in parti di dimensioni diverse. Le teste sono progettate per essere utilizzate con vari cacciaviti e le punte variano a seconda del materiale in cui saranno installate.
  • Per comprare il modello giusto devi conoscere le dimensioni esatte di cui hai bisogno. Se stai comprando per sostituire parti mancanti o di ricambio, puoi confrontare le viti che hai già per determinarne la lunghezza e lo spessore. Sbagliare le misure può lasciarti con viti allentate o semplicemente non adatte.

Vite: la nostra raccomandazione dei migliori prodotti

Comprare una vite alla volta sarebbe illogico, quindi in questa sezione troverai le nostre raccomandazioni per i migliori pacchetti di viti. Qui troverai modelli di diverse dimensioni raggruppati in scatole di separazione, così potrai risparmiare tempo nell’acquisto e nell’ordine delle tue parti.

Guida all’acquisto

Chiunque può uscire a comprare viti, ma non tutti possono conoscere i diversi tipi che esistono, per non parlare di come misurarle. In questa sezione troverai tutte le informazioni di base su queste parti metalliche, poi ti diremo i migliori negozi di ferramenta e luoghi dove comprare le viti, così come i loro prezzi più comuni.

Riparare un mobile richiede due costanti: sforzo e un sacco di viti (Foto: Владимир Григорьев / 123rf.com)

Cos’è una vite e quali sono i suoi vantaggi?

Una vite, o bullone, è un componente metallico allungato, filettato e tubolare utilizzato nell’assemblaggio di oggetti. Si fissa con la coppia in un foro o in una presa filettata fatta apposta. Sono facili da installare e sostituire e possono essere rimosse per allentare le parti o serrate per unirle.

Viti hanno aiutato nell’assemblaggio di un gran numero di oggetti, poiché sono economiche e facili da installare. Sono indispensabili in tutti i tipi di officine, in quanto sono parti fondamentali in mobili, automobili, elettrodomestici e tutti i tipi di oggetti.

Vantaggi
  • Ampia varietà di modelli
  • Facile installazione e rimozione
  • Durevole
  • Economico
  • Sostituibile
Svantaggi
  • Richiedono strumenti aggiuntivi
  • Determinazione della misura complicata
  • Facile da perdere

Viti Phillips, Flat, Hex e Torx – Cosa cercare?

La testa di una vite è ciò che definisce il tipo di strumento che verrà utilizzato per maneggiarla. Ogni modello di testa resiste a diversi livelli di pressione quando viene stretto prima di perdere la sua forma, ecco perché il livello massimo di forza che deve essere esercitato per avvitarlo varia. Qui ti mostreremo i tipi di viti più comuni.

Phillips: Chiamate anche viti con doppia fessura o con testa a croce a causa del loro disegno. Resistono un po’ di più alla pressione prima di deformare le loro fessure rispetto alle viti piatte. Sono utilizzati in un’ampia varietà di parti e oggetti grazie alla loro facilità di fabbricazione e assemblaggio. Possono essere maneggiati con cacciaviti a croce e piatti.

Flat: Sono tra i più economici grazie al loro semplice design a fessura singola. Sono spesso utilizzati in applicazioni dove è richiesto un facile smontaggio senza molta pressione. Non sopportano molta coppia a causa della facile deformazione della presa durante l’avvitamento. Possono essere aperti con cacciaviti piatti.

Allen: Sono ampiamente utilizzati in tutti i tipi di utensili elettrici, parti di mobili reclinabili e veicoli a propulsione umana. Sono facilmente riconoscibili per la fessura cava a forma esagonale nella loro testa. Sono molto veloci da rimuovere grazie alla curiosa forma delle chiavi utilizzate per stringerle.

Torx: Queste sono le viti più comunemente utilizzate nei piccoli dispositivi elettronici, come i telefoni cellulari e i tablet, perché offrono un’aderenza perfetta nelle piccole parti. Il loro design scanalato permette loro di sopportare più forza prima di deformarsi.

Hex: Queste viti sono generalmente di grandi dimensioni e sopportano grandi quantità di coppia. Hanno una testa scanalata con una forma esagonale. Sono ampiamente utilizzati nelle automobili, nelle grandi locomotive e in tutti i tipi di attrezzature industriali.

Phillips Plano Hex Torx Esagonale
Usato in Tutti i tipi di applicazioni Applicazioni a bassa coppia Utensili elettrici, parti di veicoli, mobili Applicazioni ad alta coppia, dispositivi elettronicih Automotive e applicazioni industriali
Design della testah Scanalatura a croce Scanalatura a linea retta Scanalatura esagonale Scanalatura a stella a 6 punti Nessuna scanalatura e scanalatura esagonale
Strumento di regolazione Cacciavite a croce, cacciavite, cacciavite a lama, oggetti con filo Chiave a brugola, cacciavite Torx cacciavite Torx cacciavite Torx Chiavi meccaniche
Variazioni Thompson, Frearson e Pozidriv Moneda Double Hex Torx Plus Con vari slot

Criteri di acquisto: Fattori che ti permettono di confrontare e valutare diversi modelli di viti

Non essere troppo fiducioso quando acquisti delle viti, solo perché due hanno le stesse dimensioni non significa che siano uguali. Ci sono così tante variabili in queste parti metalliche che è molto facile confondersi quando le si ordina. Qui troverai i modi per riconoscere le caratteristiche più importanti

Misura

Sapere come misurare le viti è essenziale se vuoi comprare quelle giuste. Queste parti sono disponibili in tutti i tipi di dimensioni e comprare quella sbagliata può essere un mal di testa. Per misurarli avrai bisogno di uno strumento chiamato calibro. Di solito puoi identificarli seguendo questo formato di riconoscimento:

“D – P x L” o “D x L

” dove “D” è il diametro del bullone, “P” e “L” sono rispettivamente il passo del filetto e la lunghezza del bullone. Lo stesso formato può essere utilizzato sia per le viti metriche che per quelle imperiali. Questo è importante da sapere se stai comprando viti online, dato che è un modo veloce per scoprire le loro dimensioni.

Sistema metrico: Le viti che sono identificate con unità metriche sono identificate dalla lettera M e sono misurate in millimetri. È più facile familiarizzare con questo sistema grazie alla sua semplicità e facilità di lettura. Per esempio, una vite M3 – 1,25 x 40 avrà un diametro di 3 mm, un passo di 1,25 mm e una lunghezza di 40 mm. Se le sue misure fossero M3 x 40, la vite avrebbe un diametro di 3 mm e una lunghezza di 40 mm.

Sistema imperiale: Le misure imperiali sono un po’ più difficili da capire poiché sono misurate in pollici. Sfortunatamente, è comune trovare cataloghi di vendita di viti che usano questo metodo di classificazione, quindi è anche necessario imparare a misurare usando questo tipo di sistema.

Come esempio, una vite 3/16′ – 24′ x 1/2′ avrà un diametro di 3/16′, la sua filettatura sarà di 24 filetti per pollice e la sua lunghezza sarà 1/2′. Nel caso in cui la vite sia identificata come 3/16′ x 1/2′, il suo diametro sarà 3/16′ e la sua lunghezza sarà

Avrai bisogno di un calibro se vuoi misurare e identificare le tue viti e bulloni. (Foto: Piotr Wytrążek / 123rf.com)

Punte

La punta del bullone è la parte situata alla fine del lato opposto alla testa. Il suo design avrà diverse caratteristiche per adattarsi meglio a certe situazioni e materiali. È molto importante conoscere i diversi tipi di punte, poiché possono risparmiarti ore di sforzo e di lavoro quando cerchi di installarle.

Montaggio o punta con filettatura metrica: Queste sono punte senza alcun tipo di bordo tagliente. Sono progettati per inserirsi in fori preforati in materiali duri, quindi sarà facile avvitarli. Se stai comprando una vite per sostituirne una nel tuo supporto TV, avrà uno di questi bit.

Bit autofilettanti o per filettare il legno: Questi hanno forme appuntite per penetrare nel legno mentre vengono avvitati, hanno anche filetti smussati. Sono spesso utilizzati insieme a trapani e avvitatori elettrici. Se allestisci un negozio di falegnameria, non vuoi che queste viti rotolino sul pavimento.

Punta da trapano: Queste punte hanno la forma di punte da trapano. Sono utilizzati per forare legni densi e duri, così come materiali ancora più duri come il cemento e il metallo. Di solito sono più costosi della media e possono essere utilizzati efficacemente solo con i trapani. Fanno risparmiare molto tempo perché non richiedono fori preforati.

Materiale

C’è un’ampia varietà di materiali con cui sono fatte le viti che forniscono diverse proprietà meccaniche e chimiche. Conoscere i diversi metodi di fabbricazione ti permetterà di scegliere quelli che sono adatti all’ambiente in cui li userai, così come alle sollecitazioni a cui saranno sottoposti.

Acciaio: l’acciaio è il metallo più comunemente usato negli elementi di fissaggio. È economico, forte ed è disponibile in diversi gradi di durezza. Il grado 2 è considerato lo standard ed è il più economico, il grado 5 è usato per la sua maggiore resistenza e si trova spesso nelle auto e nelle macchine, il grado 8 è molto più forte e più costoso del grado 5.

Acciaio inossidabile: Questa lega mescola l’acciaio con il cromo, che rende le viti resistenti alla corrosione. Poiché questa resistenza è insita nella struttura del materiale, non verrà persa in caso di graffi. Sono utili se hai bisogno di usare viti robuste in posti inclini alla ruggine.

Alluminio: essendo un altro materiale altamente resistente alla corrosione, l’alluminio è un’opzione più leggera e meno dura dell’acciaio inossidabile. Questo materiale non sarà influenzato dai graffi. A seconda della lega il materiale avrà proprietà diverse, come una maggiore durezza o una maggiore protezione dalla corrosione.

Bronzo al silicio: spesso chiamato bronzo, è una lega di rame, piombo e silicio. Viene utilizzato in ambienti ad alta corrosione, come le parti delle barche e le costruzioni marine. Sono anche più resistenti all’ossidazione dell’acciaio inossidabile. Grazie al loro colore sono esteticamente piacevoli, quindi sono spesso usati in modo decorativo.

Ottone: Utilizzato anche per la sua resistenza agli ambienti corrosivi, l’ottone è spesso installato in posti dove la vite sarà esposta. È un materiale relativamente morbido, quindi le altre opzioni sono spesso più appariscenti.

Plastica: Queste sono usate raramente. A causa del loro basso costo si trovano spesso in mobili economici e parti fragili. Non hanno una forza meccanica decente, quindi non dovrebbero essere considerati per sostenere oggetti pesanti. Possono essere utilizzati per applicazioni dove sono richiesti materiali a basso rischio elettrico.

Titanio: Questo è uno dei materiali più costosi. Questo metallo è leggero e ha un’alta resistenza meccanica. È usato in applicazioni mediche come gli impianti dentali o per adattare le protesi alle ossa, poiché il corpo umano non reagisce negativamente ad esso.

Coating

Il rivestimento, chiamato anche placcatura o placcatura, è il processo in cui uno strato di materiale viene applicato alla vite. Questo fornisce ulteriori proprietà estetiche e chimiche, che possono essere utilizzate per renderle più appariscenti o per renderle più resistenti alla corrosione. Qualsiasi danno a questo rivestimento influenzerà le sue prestazioni.

Cromatura: Questa finitura è spesso ricercata per le sue proprietà estetiche, poiché lascia un rivestimento lucido sul bullone. Questo rivestimento aggiunge un buon livello di resistenza contro gli elementi corrosivi. Se stai cercando delle viti lucide e accattivanti, le vorrai con una cromatura.

Zincatura: Questo è di solito il rivestimento più comune sulle viti in acciaio, perché aggiunge resistenza alla corrosione. Questo processo dà loro un aspetto lucido e dorato. Sono la scelta migliore se stai cercando delle viti economiche e resistenti alla ruggine. Tieni presente che se vengono graffiati perderanno le loro proprietà anticorrosione.

Zincatura a caldo: Si tratta di un processo in cui le viti vengono immerse nello zinco fuso e poi girate per distribuire uniformemente il materiale e rimuovere l’eccesso. Applica un rivestimento anticorrosione di maggiore resistenza in quanto è più spesso di quello ottenuto con i rivestimenti normali.

Ossido nero: Questo è un rivestimento nero il cui unico scopo è quello di migliorare le condizioni di conservazione degli elementi di fissaggio in acciaio. Ha proprietà anti-corrosione ma non raggiunge il livello di altri rivestimenti. Non aumentano le dimensioni delle viti, quindi possono essere applicati ulteriori rivestimenti.

(Foto dell’immagine in evidenza: Serhii Kucher / 123rf.com)

Perché puoi fidarti di me?

Recensioni