Smacchiatore
Ultimo aggiornamento: 21/12/2020

Come scegliamo

25Prodotto analizzati

16Ore impiegate

8Studi valutati

719Commenti raccolti

Che fastidio dover rimuovere le macchie! Tuttavia, questo compito diventa molto più semplice se si possiede il giusto smacchiatore e, ovviamente, il trucco sta nello scegliere quello più adatto. Avevi mai pensato che il problema non stava nel modo in cui cercavi di mandar via le macchie, ma il prodotto che utilizzavi?

Adesso però basta: i nostri tips e consigli per scegliere lo smacchiatore adatto in ogni situazione ti consentiranno di dimenticare il senso di impotenza provocato da tale situazione. Quindi, cerca carta e penna e prendi nota di tutto ciò che c’è scritto in questa guida: non vorrai mica perderti qualcosa!




Le cose più importanti in breve

  • Siamo tutti d’accordo sul fatto che ci sono alcune macchie che sono molto difficili da eliminare. Inoltre, se si trovano su tessuti delicati, la questione ci fa uscire ancora più fuori di testa.
  • Tuttavia, l’errore che si commette più facilmente è quello di non utilizzare il prodotto giusto; fortunatamente, sul mercato sono presenti numerose tipologie di smacchiatori che ci aiuteranno a raggiungere il nostro scopo.
  • Ovviamente, quando arriva il momento di scegliere quale prodotto acquistare, occorre tenere in considerazione alcuni criteri di acquisto come la tipologia di macchia che si desidera eliminare, il formato e se lo smacchiatore deve essere specifico o multiuso.

I migliori smacchiatori del mercato: la nostra selezione

Beh, sappiamo che non c’è mai fine alla varietà delle macchie (sembra che ogni volta se ne creino di nuove), ma fortunatamente ci sono anche infinite possibilità di rimuoverle. Quella che incontrerai tra poco è una selezione con i migliori smacchiatori presenti sul mercato. Come puoi vedere, abbiamo tenuto in considerazione più scenari nei quali potresti trovarti a utilizzare questi prodotti. E tu, in quale situazione ti trovi più spesso?

Il miglior smacchiatore liquido per tessuti

Lo Smacchio Tutto Madel è uno smacchiatore liquido per il bucato pratico ma soprattutto efficace. È sufficiente strofinare un po’ di prodotto sul qualsiasi macchia, lasciarlo agire per pochi minuti e poi mettere il capo in lavatrice. Il produttore promette efficacia contro vino, rossetto, sangue, mascara e tanto altro, e gli acquirenti confermano tutto ciò, risultando una delle proposte più vendute.

Il miglior smacchiatore spray per tessuti

L’Omino Bianco Smacchia e Sgrassa 2-in-1 è la prima scelta di molti acquirenti che cercano uno smacchiatore spray valido e versatile, adatto a capi bianchi e colorati. Rispetta i colori del tessuto e rimuove anche le macchie di olio più ostinate, grazie alle proprietà sgrassanti del Marsiglia. Il prezzo è ottimo così come lo è il responso di chi ha provato il prodotto.

Il miglior smacchiatore a secco

Lo Smacchiatore Spray K2r è l’alternativa a secco favorita dagli acquirenti, e si rivela adatto a macchie di ogni genere. È una soluzione particolarmente indicata per tessuti non lavabili o per la tappezzeria, inclusi i sedili della macchina. La bomboletta contiene 100 ml di prodotto, adatto a decine di applicazioni. È un prodotto facile da usare e di ottima qualità, che gode di recensioni generalmente molto positive.

Il miglior smacchiatore per i capi bianchi

Questo barattolo con da 1 kg di Vanish Oxi Action è il modo ideale per salvaguardare i propri capi bianchi, anche quelli più delicati, la cui azione smacchiante è assicurata tanto in lavatrice quanto in ammollo. Si usa con semplicità e contrasta efficacemente anche le macchie di caffè, di vino o di erba, come testimoniano anche i gli utenti.

Il miglior smacchiatore per i capi delicati

Lo smacchiatore spray Amway Pre-Wash SA8 è certamente tra i più famosi ed apprezzati al mondo, ed è qui proposto con 5 unità da 400 ml, una soluzione ideale per avere una scorta duratura o per spartirlo con parenti ed amici. È celebre non solo per la sua efficacia, ma anche per il rispetto per i capi più delicati, sia bianchi che colorati, semplicemente spruzzando un po’ di prodotto sulla macchia senza bisogno di strofinare.

Guida all’acquisto: tutto quello che devi sapere sugli smacchiatori

Credi che acquistare uno smacchiatore sia un compito che richiede un paio di minuti? L’hai pensato davvero? Più ci pensi, più ti rendi conto che non è così semplice come credi. Ma non disperare, perché tra poco andremo a rispondere a tutte le domande che ti sono sorte. Continua la lettura!

Macchia su un colletto di una camicia

Utilizza lo smacchiatore nel momento in cui metti il capo nella lavatrice. Anche se sono prodotti concepiti per essere applicati sui tessuti, meglio evitare di lasciare agire lo smacchiatore per ore, perché finirebbe per impregnare il capo. (Fonte: Yevdokymov: 112891980/ 123rf.com)

Tutti gli smacchiatori sono uguali?

La risposta è un sonoro no. Anche se la maggior parte di noi non si è mai fermata un attimo a pensarci, in realtà esistono tre grandi tipologie di smacchiatori. Inoltre, all’interno di esse è possibile trovare modelli ancora più specifici in base al tipo di macchia o di tessuto. Ecco le maggiori differenze:

Smacchiatore sgrassante Smacchiatore enzimatico Smacchiatore con ossigeno attivo
Si tratta del più specifico tra i tre, ed è studiato appositamente per la rimozione delle macchie grasse Viene elaborato a partire da enzimi e detergenti con pH neutro L’ossigeno attivo è un disinfettante naturale e una valida alternativa alla candeggina
Contiene agenti attivi che dissolvono il grasso, eliminandolo Per questo motivo, si tratta di un prodotto ecologico, che rispetta l’ambiente Molto pratico, perché può essere mischiato con il detersivo senza il rischio di rovinare i tessuti
Molto efficace per questo tipo di macchie, anche se si trovano sui tessuti più delicati Oltre a essere ottimo nell’eliminazione delle macchie, non lascia alcun tipo di odore chimico sui tessuti sui quali lo si utilizza Molto utile sui capi delicati e per il lavaggio a secco
Può essere utilizzato anche su altre superfici, come quelle della cucina o del bagno Molto efficace anche se si effettua un lavaggio con acqua fredda per evitare di rovinare i tessuti La sua efficacia consente all’utente di utilizzare dosi estremamente ridotte e ottenere comunque ottimi risultati

Avete qualche consiglio per applicare lo smacchiatore direttamente sui vestiti?

Certamente! Sappiamo bene che il momento nel quale si applica uno sgrassatore su un vestito, soprattutto se ci si è affezionati, è piuttosto carico di ansia. Ma niente paura: non ci sarà rischio di rovinarlo, perché ogni smacchiatore è stato pensato per quel compito. Prima di metterti all’opera, devi prestare attenzione solo a una cosa, ossia alle indicazioni del produttore.

Tuttavia, nel caso in cui lo smacchiatore sia stato pensato per essere applicato direttamente sui tessuti, ecco i passaggi che devi seguire:

  1. Non inumidire la macchia, perché in questo modo finirai per spanderla.
  2. Utilizza lo smacchiatore nel momento in cui metti il capo nella lavatrice. Anche se sono prodotti concepiti per essere applicati sui tessuti, meglio evitare di lasciare agire lo smacchiatore per ore, perché finirebbe per impregnare il capo.
  3. Fai attenzione alla modalità di applicazione che viene suggerita sull’etichetta, perché non tutte sono uguali: ad esempio, con alcuni smacchiatori occorre strofinare, mentre altri vanno spruzzati sulla macchia.
  4. Quando hai ricoperto completamente la macchia, metti il capo nella lavatrice e avvia il lavaggio come faresti di solito.
  5. Potrebbe accadere che le macchie non scompaiano la prima volta, ma non preoccuparti, perché ci sono alcuni trucchetti che andremo a spiegarti più tardi.

E può essere applicato anche sui capi delicati?

I tessuti delicati sono sempre una vera e propria sfida: tutti sono un po’ restii ad utilizzare uno smacchiatore su di essi, poiché è rischioso applicare qualsiasi tipologia di prodotto. Tuttavia, anche se sappiamo bene che esistono smacchiatori studiati specificamente per essere applicati sui tessuti, questo non è generalmente consigliato per quanto riguarda i capi delicati.

Prima di applicare direttamente il prodotto, meglio fare delle prove su uno straccio con il quale poi andrai a strofinare il tessuto. Ricorda di fare un movimento circolare, fino a che non avrai eliminato la macchia. Un trucchetto per evitare di rovinare il tessuto è di fare una piccola prova in un’area che non si vede da fuori. Dopotutto, meglio prevenire che curare.

Persona che pulisce un tappeto macchiato

Le macchie sui divani e sulla tappezzeria in generale sono tra le più difficili non solo per la macchia in sé, ma anche per la paura di rovinare il tessuto. (Fonte: Popov: 92339144/ 123rf.com)

Ci sono alcuni smacchiatori che non vanno applicati sui tessuti, vero?

È vero! Anche se gli smacchiatori più comuni e anche la maggior parte di quelli che utilizziamo devono essere applicati direttamente sui capi d’abbigliamento, alcuni non funzionano in questo modo. Ma non per questo sono meno efficienti: tutto sta nell’utilizzarli nel modo giusto. Oltre a sui vestiti, possiamo utilizzare gli smacchiatori:

  • In lavatrice: insieme al detersivo che utilizzi nel cassetto. Controlla bene le quantità raccomandate dal produttore in base al tipo di macchia.
  • In ammollo: realizza la miscela indicata dal produttore in un recipiente e lascia i capi in ammollo per un periodo che va dalle 3 alle 5 ore. Successivamente, risciacqua con il detersivo che utilizzi solitamente.

Cosa fare se lo smacchiatore non funziona?

Nonostante l’efficacia di questi prodotti, è possibile che l’applicazione di uno smacchiatore non sia sufficiente per eliminare del tutto una macchia. Ma non disperare, perché esistono dei rimedi per qualsiasi cosa. Se questo è il tuo caso, prova questi rimedi casalinghi e, successivamente, applica lo smacchiatore prima di inserire il capo in lavatrice per ottenere dei risultati migliori:

Macchia Rimedio casalingo da utilizzare prima dello smacchiatore
Caffè Strofina la macchia con un composto di acqua naturale e acqua ossigenata
Frutta Prova a mescolare acqua naturale con dell’alcool o dell’aceto, e strofina la macchia
Cioccolato Per eliminare il cioccolato, l’aceto bianco diluito può essere un’opzione molto efficace
Vino Immergi uno straccio nell’alcool e strofinalo sulla macchia
Erba Impregna uno straccio di succo di limone e svolgi la stessa azione descritta sopra

Criteri di acquisto

Sicuramente non vedi l’ora di conoscere l’ultimo tassello del puzzle, che ti consentirà di scegliere nella maniera corretta la tipologia di smacchiatore più adatta alle tue esigenze. In questa sezione troverai i criteri di acquisto da tenere in considerazione quando occorre scegliere uno smacchiatore. Prendi nota!

Tipo di macchia

Sarai d’accordo sul fatto che non tutte le macchie sono uguali. Per questo motivo, la prima cosa a cui prestare attenzione per scegliere il miglior smacchiatore è il tipo di macchia che si desidera eliminare. A grandi linee, è possibile rintracciare tre tipi di macchia diversi. Osserva la tabella che segue:

Tipo di macchia Esempi Tipo di smacchiatore Modalità d’uso
Macchie ossidabili Tè, caffè, pomodoro, vino o fango Smacchiatore con ossigeno attivo Applicalo direttamente sulla macchia o aggiungilo al detersivo per potenziale il suo effetto e dissolvere la macchia
Macchie grasse Trucco, olio o escoriazioni sul collo e sui polsini dei tessuti Smacchiatore sgrassante Spruzza lo smacchiatore sulla macchia e poi metti il capo in lavatrice come faresti di solito
Macchie organiche Sangue, sudore, latte o erba Smacchiatore enzimatico Applicalo direttamente sulla macchia e aspetta qualche minuto prima di lavare il capo (a mano o in lavatrice)

Specifici o multiuso

Anche se esistono smacchiatori specifici per ognuna delle macchie che abbiamo appena menzionato, potresti essere alla ricerca di un prodotto multiuso da utilizzare ogni volta che ne hai bisogno. Ovviamente esistono anche questi, ma occorre tenere in considerazione alcuni aspetti:

  • Da un lato, gli smacchiatori multiuso potrebbero non avere la stessa efficacia su tutti i tipi di macchie, soprattutto su quelle più difficili.
  • Inoltre, devi pensare al tessuto sul quale si trova la macchia. Se si tratta di un capo delicato, devi cercare un prodotto specifico per quella tipologia: altrimenti, rischieresti di peggiorare la situazione o, peggio, di rovinare il tessuto.
Flacone di detersivo senza marca

Quando hai ricoperto completamente la macchia, metti il capo nella lavatrice e avvia il lavaggio come faresti di solito. (Fonte: Yevdokymov: 112892107/ 123rf.com)

Formato

Un altro aspetto da non sottovalutare al momento della scelta è il formato: per questo aspetto, è possibile farsi guidare dai propri gusti o da questioni più pratiche, riguardanti anche la facilità d’uso. l formati più utilizzati sono:

  • Applicatore
  • Pistola
  • Spray
  • Tamponi imbevuti

È possibile ottenere buoni risultati con tutti e quattro i formati, ma è normale che alcuni siano più comodi rispetto ad altri. Inoltre, è importante visionare bene le indicazioni dei produttori perché non è detto che tutti siano stati concepiti per tutte le tipologie di macchie.

Rispetto dell’ambiente

Uno degli aspetti ai quali facciamo più attenzione oggi è, senza ombra di dubbio, che i prodotti che utilizziamo siano il più ecologici e naturali possibile. Se questo è anche il tuo caso, sei fortunato: sapevi che sul mercato esistono anche smacchiatori ecologici? Le loro caratteristiche principali sono:

  1. Possiedono una composizione a base di oli vegetali.
  2. Tale composizione consente loro di non lasciare alcuna sostanza nociva sui vestiti.
  3. Per questo motivo, sono il prodotto perfetto per i capi indossati da persone con pelle sensibile.

Ricorda che, se sei alla ricerca di un prodotto ecologico, devi controllare che sull’etichetta ci siano i marchi che assicurino tale certificazione.

Donna che sistema i panni

Sapevi che esistono anche smacchiatori ecologici? (Fonte: Primagefactory: 88113990/ 123rf.com)

Vita utile

Infine, se vuoi che lo smacchiatore ti risulti davvero pratico, devi fare attenzione alle dimensioni. Anche se i prodotti per le pulizie non possiedono solitamente una data di scadenza, finiranno per perdere le loro proprietà con il passare del tempo. Tale periodo si aggira sui sei mesi.

Per questo motivo, se non è un prodotto che utilizzerai molto spesso, meglio che tu scelga un formato piccolo, in modo che tu non debba buttarlo prima di averlo finito. Al contrario, se lo utilizzerai molto, esistono formati più grandi che ti salveranno in ogni situazione.

Conclusioni

Basta combattere con le macchie cadute sui vestiti! Oggi sono disponibili tantissimi smacchiatori davvero efficaci che ti consentiranno di risparmiare un’enorme quantità di tempo. E ovviamente, la loro efficacia non andrà a danneggiare neanche i tessuti più delicati.

Non fa differenza se lo si utilizza applicandolo direttamente sulla macchia, mettendolo in lavatrice insieme al detersivo o mettendolo a mollo se preferiamo lavare a mano: l’importante è che la macchia sparisca, e alcuni prodotti sono un autentico miracolo. Hai già trovato quello perfetto per te?

Se la nostra guida sugli smacchiatori ti è stata utile, condividila sui tuoi profili social e lasciaci un commento.

(Fonte dell’immagine in evidenza: Arkhipenko: 132488658/ 123rf.com)

Perché puoi fidarti di me?