Ultimo aggiornamento: 11/08/2021

Come scegliamo

14Prodotto analizzati

28Ore impiegate

7Studi valutati

88Commenti raccolti

I pianoforti sono senza dubbio uno degli strumenti più belli e melodici; e le varianti elettriche ti permettono anche di combinare diversi stili di musica e creare nuove melodie. Cos’altro sai su questi tipi di pianoforti?

I pianoforti elettrici, a differenza di quelli acustici, sono collegati ad un amplificatore per emettere diverse vibrazioni o suoni. Di solito sono molto più economici e semplici da usare rispetto ai pianoforti classici, e sono disponibili in diverse varietà adatte a diversi usi.

In questo articolo ti parleremo delle caratteristiche più importanti dei pianoforti elettrici, in modo che tu possa conoscere le loro caratteristiche principali e scegliere il modello più adatto a te, a seconda delle tue preferenze ed esigenze.




Le cose più importanti

  • I pianoforti elettrici sono varianti dei pianoforti acustici ma, a differenza di questi ultimi, sono collegati ad un amplificatore per produrre il suono. Sono anche meno costosi e più facili da usare, rendendoli una scelta eccellente per i musicisti principianti.
  • Tra le diverse varietà di pianoforti elettrici, puoi trovare modelli stazionari e portatili, così come tastiere. Queste varianti differiscono l’una dall’altra principalmente per le loro funzioni e tipi di utilizzo, tra gli altri aspetti.
  • Quando si acquista un pianoforte elettrico, è importante prendere in considerazione alcuni fattori, come il numero di tasti, le funzioni, gli accessori e la manutenzione, tra le altre caratteristiche rilevanti.

Pianoforti elettrici: la nostra raccomandazione dei migliori prodotti

Guida all’acquisto: cosa devi sapere sui pianoforti elettrici

L’obiettivo principale di questa guida all’acquisto è quello di fornirti informazioni sul prodotto che sei interessato ad acquistare. Pertanto, ti parleremo delle caratteristiche più importanti dei pianoforti elettrici, compresi i loro vantaggi e quegli aspetti che non sono così vantaggiosi.

I pianoforti elettrici sono un’opzione estremamente versatile e funzionale quando si tratta di suonare diverse melodie. (Foto: Antonio Díaz / 123rf.com)

Cosa sono i pianoforti elettrici e quali sono i loro vantaggi?

I pianoforti elettrici sono strumenti che, a differenza delle loro varianti acustiche, sono collegati ad un amplificatore per produrre suoni. Consistono di aste vibranti al posto delle corde e di pulsanti per controllare le melodie.

Questi pianoforti elettronici sono ideali per i principianti, poiché sono molto più semplici da suonare rispetto alle varietà classiche. D’altra parte, il loro costo è molto più economico ed esistono modelli leggeri che possono essere facilmente trasportati da un posto all’altro.

Tra i loro molti vantaggi, i pianoforti elettrici ti danno la possibilità di innovare e creare diverse combinazioni melodiche, adatte a diversi stili musicali. Inoltre, c’è una grande varietà e scelta di questi prodotti, adatti a diverse preferenze, necessità e budget.

Vantaggi
  • Sono più facili da suonare
  • Sono meno costosi delle varianti acustiche
  • Ci sono varietà portatili
  • Alcuni modelli sono dotati di funzioni aggiuntive
Svantaggi
  • Hanno una durata di vita più breve dei pianoforti acustici
  • Di solito non hanno la stessa qualità musicale delle varianti acustiche
  • Sono abbastanza basilari per i pianisti professionisti

Pianoforte elettronico, portatile o a tastiera?

Ci sono diverse varietà di pianoforti elettrici, inclusi quelli fissi, portatili e a tastiera. Di seguito elencheremo le caratteristiche principali di ognuno di questi tipi in modo che tu possa scegliere quello più adatto a te.

Fixed. I pianoforti elettrici fissi sono quelli che imitano l’aspetto e le caratteristiche del pianoforte acustico, quindi in alcuni casi il loro meccanismo è abbastanza simile. Anche se sono meno sofisticati, possono essere molto utili da avere in casa senza spendere molti soldi (e sono anche più semplici da suonare rispetto a quelli classici).

Portable. Il pianoforte elettrico portatile è quello che, come suggerisce il nome, può essere spostato da un posto all’altro grazie alla sua leggerezza. Di solito si appoggia su un supporto (o un elemento temporaneo) ed è la scelta ideale se hai bisogno di trasportarlo per suonare in posti diversi.

Keyboard. Le tastiere elettriche sono meno simili ai pianoforti acustici. Sono molto leggeri e di solito hanno tra i 25 e gli 88 tasti (anche se di solito ne hanno 61) con una grande varietà di suoni di altri strumenti musicali, quindi possono essere un’ottima alternativa se vuoi innovare e fondere diversi stili.

Fissa Portatile Tastiere
Numero di tasti 88 88 da 25 a 88
Peso Da medio a leggero Leggero Leggero
Livello di difficoltà Medio Medio Basso a medio
Usi principali Uso domestico Per spostarsi Uso domestico e per spostarsi
Caratteristiche principali Simile ai pianoforti acustici, ma più economico e più semplice da usare Sono leggeri e possono essere facilmente spostati Sono dotati di suoni di altri strumenti per creare suoni diversi

Criteri di acquisto

In questa sezione finale dell’articolo discuteremo i fattori più importanti da considerare quando si acquista un pianoforte elettrico, dato che è un prodotto molto versatile e vario. Queste informazioni ti saranno di grande aiuto per fare l’acquisto perfetto!

Numero di tasti

Il numero di tasti varia a seconda del modello, ma anche del tipo, dato che le tastiere elettroniche hanno solitamente meno tasti dei pianoforti. Qui ti diremo il solito numero di tasti che questi strumenti musicali hanno di solito.

Pianoforti elettrici. I pianoforti elettrici standard hanno 88 tasti, il che ti dà molto spazio per suonare diverse melodie. Più grande è lo strumento, più spazio e tasti avrà, ma sarà anche più difficile da trasportare.

La differenza sostanziale sta nel numero di ottave. Per tua informazione, i pianoforti a 88 tasti hanno 7 ottave (ogni ottava include 7 tasti bianchi, 5 tasti neri e 12 toni cromatici), quindi dovrai valutare se dare la priorità alla quantità di alti e bassi o alla praticità dello strumento.

Tastiere elettriche. Come per i pianoforti, la differenza principale tra il numero di tasti è nelle ottave, dato che una tastiera da 25 tasti avrà solo 2 ottave, una tastiera da 49 tasti avrà 6 ottave, una tastiera da 61 tasti avrà 5 ottave, ecc.

E succede anche che più tasti ha, più sarà grande, quindi dovrai considerare il tipo di funzione che le darai e se avrai bisogno di spostarla. L’ideale sarebbe comprarne uno da 61 tasti, in quanto è completo senza essere troppo grande (dipende sempre dalle tue esigenze e dal tuo budget).

Sul mercato puoi trovare diversi modelli di pianoforti elettrici, adatti a diversi usi e preferenze. (Foto: Anutr Yossundara / 123rf.com)

Funzioni

I pianoforti elettrici possono essere dotati di alcune funzioni aggiuntive che sono molto pratiche in alcuni casi, anche se dipende sempre dagli interessi specifici del musicista. Ecco le funzioni più comuni di questo strumento da considerare al momento dell’acquisto.

Suoni e accompagnamenti. Questa funzione, che di solito si trova sulle tastiere, è molto utile per combinare diversi strumenti e creare diversi stili musicali. Può essere un’ottima opzione se sei interessato a fondere diverse melodie, ma se stai cercando la qualità, potresti voler dare la priorità al suono, al numero di tasti, ecc.

Display digitale. Ci sono anche pianoforti o tastiere elettriche che hanno uno schermo LCD con un pentagramma e canzoni che possono essere inviate da un dispositivo mobile. Queste funzioni sono molto innovative, anche se non sono una priorità, quindi dovrai valutare se ti interessa o meno investire più soldi in un pianoforte con queste caratteristiche.

Ci sono pianoforti elettrici che sono dotati di funzioni aggiuntive che semplificano e ottimizzano il loro utilizzo. (Foto: Sergey Lavrentyev / 123rf.com)

Accessori

Sul mercato puoi anche comprare alcuni accessori che completano i pianoforti elettrici e possono essere di grande aiuto per facilitare e migliorare la loro funzionalità. Qui ne citeremo alcuni in modo che tu possa conoscere le loro caratteristiche e usi.

Stand. Questo è usato per pianoforti elettrici portatili o tastiere, ed è caratterizzato dall’essere leggero e molto pratico, dato che si ripiega e può essere facilmente trasportato. Anche se questo accessorio può essere sostituito da un tavolo, non è molto estetico se devi suonare ad un concerto; ci sono anche varianti economiche molto utili e funzionali.

Pedale. Il pedale è un accessorio molto importante, poiché ti permette di mantenere le note musicali a tempo. Idealmente, dovresti cercare un pianoforte elettrico che viene fornito con un pedale, altrimenti dovrai spendere più soldi comprandolo separatamente di quanto pagheresti per il pacchetto completo (a seconda della qualità, ovviamente).

Bench. Non è un accessorio essenziale ma è molto pratico, in quanto è molto comodo (soprattutto se hai intenzione di sederti per lunghe ore davanti al pianoforte). Sul mercato puoi trovare diverse qualità e prezzi di sgabelli, quindi dovrai valutare l’uso che ne farai.

Manutenzione

È molto importante che il tuo pianoforte elettrico riceva la giusta manutenzione in modo che funzioni meglio e duri più a lungo. Di seguito, discuteremo i tipi di cura che dovresti dare a questo strumento per ottenere il massimo da esso.

Pulizia regolare. Idealmente, pulisci il tuo pianoforte prima e dopo l’uso con una flanella asciutta (senza lanugine) per rimuovere la polvere che si accumula. Le varietà portatili e le tastiere sono più semplici da pulire grazie alle loro dimensioni ridotte e alla loro maneggevolezza.

Pulizia distanziata. Le varianti fisse sono più complesse da pulire, in quanto sono di dimensioni maggiori e di solito sono in formato mobile. In questi casi puoi eseguire una pulizia più distanziata e approfondita che consiste nel soffiare la tastiera con aria compressa, strofinarla con una spazzola fine e pulirla con un prodotto specifico.

(Featured image photo: Inga Eramasova/ 123rf.com)

Perché puoi fidarti di me?

Recensioni