Ultimo aggiornamento: 12/08/2021

Come scegliamo

11Prodotto analizzati

18Ore impiegate

5Studi valutati

71Commenti raccolti

Nell’articolo di oggi parleremo di quel prodotto che può avere il potere sia di toglierci il sonno che di farci dormire tranquilli e sereni come bambini: il cuscino.

Scegliere il cuscino giusto per il tuo profilo e la tua postura per dormire è essenziale per una buona notte di sonno. Un cuscino adeguato può prevenire molti problemi come mal di testa, grilli, mal di schiena, braccia e mani intorpidite durante la notte, tra molti altri sintomi di una cattiva notte di sonno.

Seguici fino alla fine di questa recensione e controlla i consigli e le informazioni di base in modo che tu possa scegliere senza paura il cuscino che meglio si adatta al tuo profilo e che ti darà dolci sogni.




Per prima cosa, la più importante

  • Anche se è un prodotto estremamente popolare, che si può trovare in vendita quasi ovunque, la scelta di un cuscino ispira molta attenzione. Un cuscino inadeguato o di scarsa qualità può danneggiare non solo il tuo sonno, ma anche la tua salute.
  • Oltre all’altezza e alla densità, che dipendono dal gusto di ogni persona, è essenziale prestare attenzione al modello, al materiale e ai possibili modi di pulizia quando si sceglie un cuscino.
  • È possibile trovare cuscini in tutte le fasce di prezzo. I più semplici possono essere acquistati a partire da 15 R$. I modelli più sofisticati, di marche rinomate e con tessuti pregiati possono superare i 1.000 R$.

Cuscino: la nostra raccomandazione dei migliori prodotti

Guida all’acquisto

Ti è piaciuta la nostra classifica dei cuscini? Allora sei pronto per il prossimo passo: la Guida all’acquisto. In questa sezione troverai le informazioni più rilevanti sui diversi tipi di cuscino. Parleremo dei vantaggi e degli svantaggi, dei valori, di dove comprarlo e molto altro ancora.

Inoltre, ti aiuteremo con argomenti sulle caratteristiche a cui dovresti prestare attenzione quando scegli il cuscino dei tuoi sogni.

Imagem mostra moça deitada na cama com travesseiros e roupa de cama brancos.

Un cuscino comodo può essere un fattore determinante per un buon sonno. (Fonte: FreePhotos / Pixabay)

Cos’è il cuscino?

Il cuscino è un pezzo base dell’arredamento del corredino che è presente praticamente nel 100% delle case brasiliane.

Può avere vari tipi di imbottitura ed è responsabile di dare sostegno e stabilità alla testa e al collo durante il sonno, promuovendo un maggiore comfort e l’allineamento della colonna cervicale con il tronco.

Quali sono i vantaggi di un buon cuscino?

Nonostante sia comune, il prodotto richiede attenzione quando lo acquisti. Un modello di cuscino sbagliato può rovinare la qualità del sonno di una persona e persino la sua salute.

Il cuscino ideale è quello che dà sostegno al collo riempiendo esattamente lo spazio tra il materasso e la testa.

Il cuscino corretto permette l’allineamento della colonna vertebrale, rilassando i muscoli e migliorando di conseguenza la circolazione del sangue. Questi fattori garantiscono più volontà quando ti svegli perché favoriscono l’invio di stimoli dal cervello agli altri organi.

Poiché è un compagno costante e importante nella nostra routine, il cuscino è un prodotto che merita e richiede attenzione nella sua scelta, uso e manutenzione.

Sapevi che passiamo più di un quarto della nostra vita dormendo? Considerando che dormiamo 8 ore al giorno, quando festeggeremo il nostro 71° compleanno avremo passato circa 23 anni a dormire.

Ottenere il cuscino giusto vale certamente ogni sforzo. Trovare il nostro modello preferito può richiedere un po’ di tempo per tentativi ed errori nel corso della vita.

Ma al giorno d’oggi questo problema è meno frequente, dato che abbiamo molte informazioni disponibili e una buona ricerca preventiva sulle caratteristiche del prodotto ideale può evitare cattivi acquisti.

Pertanto, non fare acquisti d’impulso. Fai la tua ricerca! Più il cuscino è adatto al nostro profilo e confortevole, più benessere ci darà.

Vantaggi
  • Fornisce comfort
  • Aiuta a mantenere una buona postura e la spina dorsale allineata durante la notte
  • Migliora la qualità del sonno
Svantaggi
  • Trovare il tipo e il modello ideale può richiedere tempo
  • La vita utile è breve
  • La cura e la pulizia possono essere complicate

Quale cuscino fa per me?

Il primo punto nella scelta del cuscino ideale è analizzare il profilo della persona che lo userà. Le preferenze personali contano molto, il che significa che il cuscino considerato perfetto da noi potrebbe essere pessimo nell’opinione di altre persone.

Considera se è il tipo più solido o più morbido che ti porta più comfort. Anche la posizione in cui dormi sarà un fattore determinante per questa scelta.

Se dormi la maggior parte del tempo su un fianco, un cuscino più solido darà un supporto migliore alla tua testa e al tuo collo. Se dormi a pancia in giù, un cuscino da medio a solido ti farà bene.

I cuscini più morbidi e più bassi sono migliori per coloro che dormono a pancia in giù. Per le persone con problemi alla schiena, è meglio consultare un medico per determinare il modello migliore per ogni situazione.

L’altezza dipenderà anche dall’anatomia e dalle preferenze di ogni persona. Le spalle più larghe, per esempio, richiedono cuscini più alti per garantire che la testa sia sostenuta all’angolo corretto rispetto alla colonna vertebrale. I bambini e le persone con un profilo sottile, invece, si adatteranno meglio ai modelli più corti.

Imagem mostra menina dormindo de bruço.

Per i bambini, un cuscino sottile può essere il più adatto. (Fonte: Pavle Marjanovic / 123RF)

Se hai problemi respiratori e allergie, fai molta attenzione. Alcuni materiali sono più inclini alla proliferazione di acari della polvere, funghi e batteri. Controlla attentamente se il modello scelto ha tecnologie contro questo tipo di accumulo.

Infine, considera attentamente le caratteristiche di ogni materiale. I cuscini fatti di materiali che si scaldano e assorbono molto calore possono non essere ideali per le regioni calde e per le persone che sentono caldo di notte, per esempio.

Le persone con allergie, problemi respiratori e sensibilità dovrebbero evitare i cuscini senza protezione antibatterica o che sono difficili da pulire.

Quali sono i diversi tipi di imbottitura dei cuscini?

I cuscini possono avere diverse imbottiture ed è questo che determina la loro qualità. I migliori e più comuni sono piuma/piuma, viscoelastico, schiuma di lattice e fibra siliconata. Controlla le caratteristiche dei materiali più popolari tra i consumatori al giorno d’oggi:

  • Piume/Piume: Le piume naturali possono proliferare acari della polvere e microorganismi. Perde volume con il tempo e il lavaggio in lavatrice può causare odori. È traspirante e trattiene poco calore.
  • Viscoelastico: è termosensibile e non si deforma. È più denso e non può essere lavato in lavatrice.
  • Schiuma di lattice: ha perforazioni che favoriscono la ventilazione e viene sterilizzato in fabbrica. Non si deforma. Ha un odore molto forte quando è nuovo.
  • Fibra di silicone: Non tutti sono lavabili. È generalmente leggero e flessibile e assorbe e trattiene il calore. Perde volume con l’uso. Nella sezione Criteri di acquisto parleremo di altri tipi di cuscini.

Quando è il momento di cambiare il cuscino?

Controlla anche l’indicazione che il prodotto può essere cambiato. Generalmente i cuscini dovrebbero essere usati da 2 a 4 anni.

Per scoprire se il tuo cuscino è ancora utilizzabile, fai il seguente test: piegalo a metà e tienilo fermo per circa 30 secondi. Se quando rilasci il cuscino non ritorna alla sua forma originale, è il momento di buttarlo.

I modelli antiallergici con protezione contro acari della polvere, funghi e batteri hanno una vita utile più lunga, ma possono essere più costosi. Controlla anche le istruzioni per la cura e la pulizia del prodotto e vedi se si adattano alla tua routine. L’ideale è pulire i tuoi cuscini almeno ogni 6 mesi di utilizzo.

Sapevi che i cuscini hanno una data di scadenza?

L’uso quotidiano deposita umidità, sudore e cellule morte sul cuscino, rendendolo l’ambiente ideale per la proliferazione di acari della polvere e batteri.

Si raccomanda di cambiarli ogni due o tre anni per evitare allergie e problemi respiratori.

Criteri d’acquisto: fattori per comprare i diversi modelli di cuscino

In questa sezione finale elenchiamo le caratteristiche che puoi valutare al momento dell’acquisto per riconoscere il miglior cuscino per soddisfare le tue esigenze e aspettative. Sono:

Di seguito, puoi capire in dettaglio l’importanza di considerare ognuno di questi punti.

Modelli

Il modello base di cuscino è quello rettangolare, per federe di 50 x 70 centimetri. Tuttavia, ci sono delle varianti che puoi considerare quando scegli il prodotto ideale per i tuoi bisogni e la tua famiglia. Controllali:

  • Cuscino per bambini: In una dimensione e forma diversa per l’anatomia ancora in via di sviluppo di neonati e bambini.
  • Dai la preferenza ai modelli antiallergici e antisoffocamento, che sono dotati di piccoli fori per facilitare la respirazione se il bambino si gira a pancia in giù.
  • Cuscino per il corpo: Una versione allungata del cuscino comune, questo modello misura 50 x 1,35. È adatto a coloro che dormono su un fianco. Deve essere posizionato tra le gambe e le braccia, quasi come un abbraccio. La posizione dà sostegno alle ginocchia e ai gomiti in modo che la spina dorsale sia ben allineata.
  • Ortopedico: Con i bordi più alti e il centro concavo, questo modello ha una forma simile a una S per una migliore sistemazione della testa. È indicato per coloro che hanno problemi alla schiena o tendenza al torcicollo. Può anche essere usato da coloro che desiderano migliorare la postura durante il sonno.
  • Per le donne in gravidanza: Il verme è una variazione del cuscino per il corpo specifico per le donne incinte. A forma di ferro di cavallo, avvolge tutto il busto. Dà sostegno alla testa e passa tra le gambe, accogliendo la pancia. Può anche essere usato come supporto per l’allattamento e per i bambini che stanno imparando a stare seduti.
  • Rampa o anti-reflusso: Raccomandato per coloro che soffrono di reflusso gastrico, ha un formato a rampa o a triangolo, che sostiene la spina dorsale mentre permette alla testa di essere elevata rispetto al corpo. La posizione attenua e previene i sintomi della malattia. Si può trovare nelle versioni per adulti e bambini, con altezze variabili a seconda della gravità del reflusso.

Materiale

Il materiale del cuscino interferisce direttamente nel livello di comfort fornito durante la notte, oltre a determinare la durata e la qualità del prodotto.

Con il progresso della tecnologia, oggi ci sono cuscini in materiali praticamente per tutti i tipi di preferenze o necessità.

Foto mostra moça sobre a cama com travesseiro cobrindo o rosto.

La scelta del materiale e la cura adeguata possono aumentare la vita utile del pezzo. (Fonte: WokandaPix / Pixabay)

Dai un’occhiata alle indicazioni principali per i tipi di materiali più popolari oggi:

Il cuscino in schiuma di lattice è il più adatto ai problemi respiratori e alle allergie. Il materiale viene sterilizzato in fabbrica e di solito è dotato di microfori che permettono la ventilazione, riducendo la concentrazione di umidità e microorganismi. Inoltre, può essere lavato in una normale lavatrice.

La schiuma viscoelastica, conosciuta come il cuscino Nasa, è ideale per coloro che hanno un sonno agitato e sono inclini a dolori muscolari. Questo perché, anche se il materiale si modella facilmente alla testa e al collo, è solido e pesante, fornendo un buon supporto e migliorando la circolazione.

I modelli in piuma d’oca sono estremamente morbidi e accoglienti, è stato per anni considerato il miglior tipo di cuscino al mondo. Tuttavia, non è adatto a chi ha il sonno agitato o a chi dorme su un fianco. Questo perché il materiale, nonostante sia molto comodo, non offre fermezza e sostegno, e può affondare ulteriormente durante il sonno e lasciare la spina dorsale disallineata.

Imagem mostra mãe e filha fazendo guerra de travesseiro.

Anche se sono morbidi, i cuscini di piume non sono i più sani. (Fonte: choreograph / 123RF)

Il cuscino in schiuma di poliuretano, chiamato anche schiuma compatta, è un materiale molto solido, adatto a chi dorme su un fianco e non cambia molto posizione durante il sonno. Alcune persone possono considerarla scomoda perché è più dura.

C’è anche la fibra siliconata, o microfibra, che è flessibile e leggera, adattandosi bene a chi dorme a faccia in su o in giù. Tuttavia, potrebbe non essere una buona opzione per regioni o periodi caldi, dato che il materiale è sintetico e tende a riscaldarsi molto.

Se preferisci un cuscino a molle, sappi che questo è di solito il materiale dei cuscini ortopedici. Ideale per coloro che hanno problemi di schiena, hanno bisogno di mantenere o vogliono migliorare la loro postura. È solido, ma più morbido e confortevole delle altre opzioni con una composizione più dura. Va bene anche per coloro che dormono su un fianco.

E infine, i modelli con fiocchi di schiuma, riempiti con schiuma convenzionale ritagliata, sono leggeri e morbidi. Tuttavia, non è il più adatto per dormire, poiché i fiocchi di schiuma tendono ad accumularsi sui lati, compromettendo il sostegno della testa e l’allineamento della colonna vertebrale. È ideale per scopi decorativi, fornendo quell’effetto soffice e voluminoso alla federa.

Altezza

L’altezza ideale del cuscino, come regola, è quella che riempie esattamente la larghezza delle spalle, in altre parole, lo spazio tra la superficie del materasso e la testa della persona.

Bisogna considerare l’altezza finale del cuscino: quella a cui rimarrà con il peso della testa applicato su di esso.

Pertanto, l’altezza corretta varia da persona a persona, poiché dipende anche dal gusto e dall’anatomia di ogni persona. Lepersone alte o con le spalle larghe avranno bisogno di cuscini più alti per garantire che la testa sia sostenuta con l’angolo corretto rispetto alla colonna vertebrale.

I bambini, le persone basse e quelle con un profilo medio-basso si adatteranno meglio ai modelli medio-bassi. Come abbiamo già accennato, la posizione del sonno di ogni persona può anche essere un fattore determinante nella scelta dell’altezza del cuscino.

Per coloro che dormono a pancia in su o a faccia in su, i modelli ideali sono bassi. Per coloro che dormono su un fianco, la scelta dovrebbe essere tra medio o alto. Vuoi testare l’altezza giusta? Questo può essere fatto senza doversi sdraiare in mezzo al negozio.

Posiziona il cuscino da testare contro una parete. In piedi appoggiati alla stessa parete, mettendo la testa sul cuscino. Simula la tua posizione preferita per dormire. Se il tuo collo è allineato con la tua spina dorsale, l’altezza del cuscino è corretta.

Foto de um pequeno urso de pelúcia perto de um travesseiro sobre a cama.

L’altezza ideale del cuscino dovrebbe essere analizzata attentamente. (Fonte: congerdesign / Pixabay)

Pulizia

La pulizia del cuscino è un fattore molto importante. Essendo in contatto diretto e prolungato con il viso dell’utente, un cuscino mal pulito può causare allergie, irritazioni e problemi respiratori.

Dai la preferenza ai modelli lavabili, perché l’ideale è che il prodotto venga pulito ogni 6 mesi per evitare la concentrazione di acari della polvere e batteri. Se il prodotto non è lavabile, controlla se viene fornito con una copertura protettiva impermeabile.

È anche possibile acquistare la copertura separatamente, il che è indicato anche per i modelli lavabili, dato che lavare solo la copertura è molto più pratico che lavare l’intero prodotto. Sarà efficace nel trattenere la maggior parte dello sporco senza che entri in contatto con il cuscino.

La maggior parte dei modelli, secondo le istruzioni dei produttori, non dovrebbe essere esposta al sole, poiché il calore può aumentare ulteriormente la proliferazione dei microrganismi all’interno del prodotto.

Pertanto, non lavare il tuo cuscino se hai difficoltà ad asciugarlo completamente all’ombra. Una cattiva asciugatura può essere più dannosa per la tua salute dello sporco stesso.

Se possibile, vai in una lavanderia professionale, che ha le attrezzature necessarie per un lavaggio e un’asciugatura adeguati.

Evita di lasciare il tuo cuscino dentro gli armadi o sotto le coperte dopo l’uso. Se possibile lasciali arieggiare quotidianamente sotto la luce indiretta in un luogo ventilato per dissipare l’eventuale umidità.

(Featured image source: KakaduArt / Pixabay)

Perché puoi fidarti di me?

Recensioni