Ultimo aggiornamento: 22/07/2020

Come scegliamo

8Prodotto analizzati

18Ore impiegate

4Studi valutati

55Commenti raccolti

Sapevi che le caraffe sono passate un po’ di moda? Adesso è il momento dei dispenser acqua. Che tu sia in ufficio, a letto o in salotto a guardare il tuo quiz preferito alla TV, prima o poi ti verrà sete. E sarà proprio in quel momento che vorrai avere a portata di mano un apparecchio che ti permetta di servirti di acqua in maniera veloce, comoda e diretta.

Con uno dei migliori dispenser acqua presenti sul mercato, potrai rifornire del liquido elemento tutto l’organico del tuo ufficio. Inoltre, nel caso preferissi tenerti lontano dalla città soffocante, potrai calmare la tua sete e quella dei tuoi cari. Quindi, se vuoi che la tua vita quotidiana cominci a diventare più sopportabile, accomodati bene sulla sedia e goditi questo articolo.

Le cose più importanti in breve

  • I dispenser acqua permettono di risparmiare tempo e offrono accesso rapido e semplice all’acqua potabile.
  • Esistono anche dispenser di acqua calda, ideali, ad esempio, per la preparazione di tè e caffè.
  • Tra i criteri di acquisto da tenere in considerazione, c’è la capacità. In funzione della quantità d’acqua di cui hai bisogno, dovrai optare per una maggiore o minore capacità. Vedremo questo e altri criteri alla fine dell’articolo.

I migliori dispenser acqua sul mercato: la nostra selezione

Non c’è niente di meglio che tornare stanco dal lavoro sapendo che potrai servirti un bel bicchiere di acqua fresca in pochi secondi. Quando si tratta di scegliere un dispenser acqua, però, hai a disposizione un’infinità di modelli. Affinché trovare quello più adatto a te non rappresenti una missione impossibile, abbiamo effettuato un’analisi accurata alla ricerca dei migliori dispenser acqua attualmente presenti sul mercato.

Il dispenser acqua più conveniente

YOMYM propone un dispenser d’acqua a batteria da posizionare sopra i bottiglioni da 4 a circa 20 L, dotato di cannuccia in silicone per tirare l’acqua e servirla nel bicchiere tramite l’erogatore frontale. Si tratta di uno strumento dalle piccole dimensioni e dall’utilizzo intuitivo, poco rumoroso e che colpisce gli utenti tanto per la sua praticità quanto per la sua economicità. La batteria dura per diversi giorni, o comunque per l’erogazione di circa 20 L d’acqua, ed è ricaricabile attraverso un cavetto USB, incluso nella confezione.

Il miglior dispenser di acqua calda

Il caso HW 400 è un dispenser con caldaia da 2600 W, il quale impiega appena 5 secondi per erogare acqua fra i 45 ed i 100 °C, temperatura facilmente regolabile con la manopola posta in cima all’elettrodomestico. Sul retro ha un serbatoio con capacità di 2,2 L. Le recensioni sono estremamente positive, e lodano il prodotto tanto per l’utilità nella preparazione di infusi e bevande calde, quanto per il design elegante con struttura nera e dettagli in acciaio spazzolato, perfetto per ogni cucina.

Il miglior dispenser di acqua fresca

Lo Jocca 1102 è un dispenser d’acqua fresca da 65 W, equipaggiato con due rubinetti: da uno sgorga acqua a temperatura ambiente, dall’altro viene invece raffreddata a circa 10-15 °C. È provvisto di vaschetta raccogligocce e serbatoio da 7 L, entrambi rimuovibili. Nel complesso è un prodotto utile e funzionale, che ha sorpreso in positivo anche gli acquirenti più scettici. In molti segnalano come inizialmente la plastica solletichi l’olfatto, ma basta un lavaggio con acqua e aceto come da istruzioni per risolvere il disagio.

Il miglior dispenser per bevande

Quello proposto da [email protected] è un dispenser d’acqua e bevande caratterizzato da linee semplici e raffinate, realizzato interamente in plastica trasparente. Ha una capacità di 6 L, ed offre uno scomparto per il ghiaccio ed un infusore per frutta e aromi. Si tratta di un prodotto perfetto per bar, pub o eventi in casa, che gli utenti apprezzano per l’eleganza e la semplicità di utilizzo; la plastica è inodore e non sembra avere difetti particolari.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sui dispenser acqua

Acquistare accessori che semplifichino la tua vita quotidiana è una vera avventura e, a volte, può diventare complicata. Il fatto è che, oggi come oggi, qualsiasi prodotto offre innumerevoli modelli e quindi, prima dell’acquisto, è utile conoscerlo a fondo. I dispenser acqua non fanno eccezione, ragion per cui, qui di seguito, risponderemo alle domande più frequenti al riguardo.

Uomo e donna vicino a un dispenser di acqua

I dispenser acqua possono offrire fino a tre temperature: ambiente, fredda e anche calda! (Fonte: Wavebreak Media Ltd: 77602370/ 123rf.com)

Che cos’è un dispenser acqua e a che cosa serve?

Un dispenser acqua è un dispositivo che permette di servire acqua in maniera semplice e rapida. In generale, tale dispositivo è dotato di un serbatoio dove si conserva il liquido che si consumerà. Tuttavia, esistono modelli che si collegano alla rete idrica. Oltre a questo, molti presentano il vantaggio di permettere di raffreddare o riscaldare l’acqua.

Quali vantaggi e svantaggi presentano i migliori dispenser acqua?

Dall’inizio dell’articolo, non abbiamo mai smesso di sottolineare i vantaggi dei dispenser acqua. Tuttavia, non siamo entrati nei dettagli. Se ancora hai dubbi riguardo a ciò che questi dispositivi ti possono offrire, qui di seguito ti presentiamo una tabella in cui abbiamo raccolto vantaggi e svantaggi di questo prodotto:

Vantaggi
  • Facili da installare e utilizzare
  • Solitamente, offrono sistemi di purificazione dell”acqua, che risulta così priva di odori e sapori indesiderati, oltre che più salutare
  • La maggior parte dei dispenser permette di scegliere la temperatura dell”acqua (ambiente, fredda o anche calda)
  • Non sono particolarmente costosi ed esistono diversi modelli
  • Permettono di mantenersi idratati senza alcun tipo di problema
Svantaggi
  • Se non sono collegati alla rete idrica, dovrai riempire periodicamente il serbatoio

Come si pulisce un dispenser acqua?

Un prodotto che conserva acqua richiede cure meticolose. Ignorando tale premessa, il tuo dispenser potrebbe non funzionare correttamente oppure, il che è ancora peggio, l’acqua che contiene potrebbe alterarsi, comportando rischi per la tua salute. Tuttavia, anche se la manutenzione deve essere rigorosa, effettuarla non è eccessivamente difficile:

  • Se hai acquistato un dispenser acqua elettronico, comincia con lo scollegarlo dalla rete elettrica.
  • Svuota il serbatoio. Ricorda di farlo anche quando lo riempi, altrimenti l’acqua si accumulerà e, col tempo, ciò potrebbe risultare nocivo.
  • A questo punto del procedimento, procurati uno straccio o un panno. Inumidiscilo e passalo all’interno del dispenser per rimuovere lo sporco accumulato.
  • Se desideri una pulizia più approfondita, puoi utilizzare il cloro. Ma ricorda: deve essere cloro non tossico, come ad esempio quello che si usa per purificare l’acqua delle piscine.
  • Infine, non dimenticare di pulire l’esterno del dispenser acqua. Presta particolare attenzione, inoltre, alle zone che collegano esterno e interno.
foco

Il peso dell’acqua congelata è inferiore del 9% rispetto al suo stato liquido: è per questo che il ghiaccio galleggia sull’acqua.

Come si installa un dispenser acqua?

L’installazione dei dispenser può avvenire in due modi diversi, a seconda del tipo di dispositivo. Ovviamente, non ce n’è uno migliore dell’altro. La decisione dipende esclusivamente dalle tue esigenze e dalla disponibilità ad investire in un dispenser acqua in termini di tempo e denaro. Qui di seguito, ti spieghiamo i tipi di collegamenti dei diversi dispenser acqua:

  • A boccioni: L’installazione è semplice e sono i più facili da usare. Presentano un boccione nella parte inferiore o superiore. I primi, per erogare l’acqua, ricorrono all’aspirazione, mentre i secondi alla forza di gravità. La loro capacità varia in funzione del modello.
  • Con collegamento alla rete idrica: Nel design sono simili a quelli a boccioni, ma con la differenza che offrono un rifornimento d’acqua costante. Il dispositivo, infatti, è collegato alla rete idrica pubblica. L’acqua risulta priva di impurità grazie ad un filtro a carboni attivi o di altro genere.
Un dispenser acqua da casa

I dispenser acqua a boccioni sono molto più facili da installare, ma dovrai continuare a spendere per acquistare boccioni. (Fonte: Belchonock: 99445275/ 123rf.com)

Quali tipi di dispenser acqua esistono?

Al di là dell’installazione, i dispenser acqua si classificano in base ad altri parametri. Uno dei più importanti è relativo alla struttura. In tal senso, ne esistono da pavimento, che si installano sul suolo, e da parete o da banco, che, come indica il nome, vengono fissati alla parete o collocati sopra un bancone o un tavolo.

Dall’altra parte, i dispenser possono variare anche per quanto riguarda la temperatura. In base al tipo di apparecchio che acquisterai, questo potrà offrire acqua a temperatura ambiente, fredda o anche calda! Inoltre, in funzione del sistema di raffreddamento, i dispenser acqua possono essere meccanici o elettrici. Non esiste un’opzione migliore di un’altra: tutto dipende dalle esigenze di ciascuna persona.

Criteri di acquisto

Come hai potuto vedere, i dispenser acqua sono più complessi di quanto possa sembrare a prima vista. Ciò non significa che si tratti di macchine incomprensibili quasi impossibili da usare, assolutamente. Tuttavia, quando decidi di includerne uno nella tua vita, non devi farlo alla leggera. Prima, valuta la tua situazione e le tue esigenze. Forse, questi criteri di acquisto potranno tornarti utili:

Sistema

Innanzitutto, dovrai scegliere tra un dispenser acqua a boccioni oppure uno collegato alla rete idrica. Ricorda che il primo è molto più semplice da usare e da installare, ma è necessario riempirlo periodicamente, cosa che può comportare una spesa extra in boccioni. Con il secondo, non avrai questo problema, ma la sua attivazione è più complicata.

Persona che prende l'acqua da un dispenser

Molti dispenser acqua utilizzano filtri per purificare l’acqua. (Fonte: Belchonock: 20199842/ 123rf.com)

Capacità

I dispenser acqua a boccioni possono offrire capacità diverse. Alcuni arrivano a sette litri, una capacità notevole. Per scegliere quello che meglio si adatta alla tua personale situazione, domandati: ho una famiglia numerosa? Serve per un ufficio? Non voglio doverlo riempire costantemente? Sulla base delle rispose, scegli.

Certificato

Un dispenser è un dispositivo che mette a disposizione l’acqua in maniera semplice e veloce. In quanto tale, deve offrire una serie di garanzie. I materiali di fabbricazione non devono essere tossici, ma resistenti e durevoli. Si tratta di una questione di salute e sicurezza. Perciò, verifica che il dispenser che desideri acquistare rispetti le normative vigenti.

Temperatura

Come hai già potuto vedere nel corso dell’articolo, i dispenser acqua presentano fino a tre diverse configurazioni. Alcuni permettono soltanto di ottenere acqua a temperatura ambiente, altri la offrono anche fredda, e poi esistono i dispenser di acqua calda. Se stai cercando un apparecchio per semplificare la preparazione di un caffè o tè, scegli uno di questi ultimi.

Un dispenser acqua in primo piano

Qualunque dispenser acqua comprerai, ricorda che dovrai tenerlo pulito. Si tratta di una questione di salubrità. (Fonte: Maksim Kostenko: 46740694./ 123rf.com)

Manutenzione

Indipendentemente dal modello che acquisterai, dovrai prendertene cura. Tuttavia, esistono alcune differenze. I dispenser a boccioni sono più facili da mantenere, dato che richiedono soltanto una pulizia mensile e la sostituzione di qualche pezzo in caso di guasti. Quelli da collegare alla rete idrica, invece, comportano un maggiore investimento in tal senso.

Conclusioni

Ormai da anni, i dispenser acqua semplificano la vita a milioni di persone in tutto il mondo. In Italia, il loro utilizzo non è in realtà ancora particolarmente diffuso, anche se sono sempre di più le persone che scelgono di acquistarli. Il motivo è evidente: permettono di disporre di acqua potabile in maniera rapida e semplice, oltre che di risparmiare in bottiglie e tempo nel lungo periodo.

Tuttavia, prima di acquistare il primo modello che ti capita, tieni in considerazione diversi fattori. Valuta la capacità che desideri per il tuo dispenser, così come altri aspetti, come la facilità di installazione. Dall’altra parte, non dimenticare di controllare se offre acqua fredda, a temperatura ambiente o calda, e se dispone dei relativi certificati.

L’articolo è ormai terminato (per rimanere in tema, potremmo dire che è ormai acqua passata), quindi non ci resta altro da fare che chiederti di condividerlo, se ti è risultato utile, oppure di lasciarci un commento qui sotto!

(Fonte dell’immagine in evidenza: Belchonock: 108721485/ 123rf.com)

Perché puoi fidarti di me?

Erika Cecchetto Scrittrice e traduttrice
Lavoro prevalentemente come traduttrice, professione iniziata quasi per caso ma che si è poi rivelata la mia grande passione. Amo leggere e scrivere e, quando si presenta l’occasione, mi dedico alla scrittura di articoli e testi di vario genere, avendo cura di renderli sempre scorrevoli e di gradevole lettura.