Ultimo aggiornamento: 12/08/2021

Come scegliamo

13Prodotto analizzati

22Ore impiegate

5Studi valutati

64Commenti raccolti

La costruzione e la riparazione di oggetti, per quanto aliena la si possa vedere, sarà sempre una parte della vita di tutti, in tutte le circostanze. Per questo motivo è importante scegliere gli strumenti giusti per poter fare il lavoro correttamente. I chiodi sono una parte importante di questo.

Un chiodo usato male può causare il completo fallimento di una porta, per questo e altri motivi è essenziale averli in casa, ma ancora di più, sapere come usarli. Al momento di acquisire questo piccolo ma significativo pezzo, devi capire che può rappresentare la vera riparazione del tuo problema.

Dato che ci sono così tanti tipi di chiodi, è normale confondersi, ma attraverso questo articolo imparerai tutto quello che devi sapere su questo strumento, così che quando penserai di acquistarlo potrai scegliere il chiodo perfetto, secondo il lavoro che vuoi fare.




Prima la cosa più importante

  • I chiodi sono strumenti o forniture per lavori di costruzione, che permettono di fissare saldamente una superficie ad un’altra, evitando che si separino facilmente. Resistono anche al peso, il che li rende utili per appendere accessori o decorazioni alle pareti.
  • I chiodi sono disponibili in molte varietà, e ce ne sono due essenziali che dovresti conoscere per evitare di acquistare in modo errato: i chiodi per cemento, utilizzati in materiali forti e con alto spessore e lunghezza; e i chiodi per legno, che sono solitamente più sottili e leggeri, per applicazioni in quel materiale o simili.
  • È importante notare che, quando fai il tuo acquisto, dovresti conoscere alcuni tipi di punti comparativi, che ti permettono di discernere quale dei tanti modelli è giusto per le tue esigenze.

Chiodi: la nostra raccomandazione dei migliori prodotti

Guida all’acquisto

Dopo aver visto i migliori tipi di chiodi, potresti avere un’idea più chiara di cosa sono, di che qualità sono e quale può soddisfare meglio le tue esigenze. Tuttavia, è importante che, prima ancora di pensare a prendere una decisione, tu conosca un po’ della terminologia associata, in modo da essere sicuro di ciò che stai comprando.

Il chiodo perfetto può assicurare una buona costruzione o riparazione. (Foto: Matthew Howard / 123rf.com)

Cosa sono i chiodi e quali sono i loro vantaggi?

Un chiodo è, in poche parole, una parte o uno strumento per lavori di costruzione o riparazione, che funziona per fissare o inserire qualcosa su una superficie, così come per unire due superfici in punti chiave per tenerle insieme. Sono indispensabili sia nei cantieri che in casa, poiché sono molto pratici e versatili.

Tra i loro vantaggi più importanti c’è la loro vestibilità sicura. I chiodi sono strumenti che permettono un fissaggio molto forte di una superficie ad un’altra, oltre ad avere un’alta resistenza al peso, quindi funzionano per appendere quadri o tappezzerie decorative, senza bisogno di danneggiarli o romperli eccessivamente.

Anche se può sembrare l’acquisto perfetto, la verità è che le unghie, come qualsiasi altro prodotto, hanno vantaggi e svantaggi che ne mostrano la realtà. Questo non vuol dire che sia un cattivo acquisto, poiché ogni prodotto ha degli svantaggi. Tuttavia, è importante conoscere tutti gli aspetti prima di acquistare.

Vantaggi
  • Hanno un”alta resistenza
  • sono veloci da applicare
  • sono poco costosi.
Svantaggi
  • Possono causare incidenti quando vengono applicati
  • possono essere facilmente persi a causa delle loro dimensioni
  • alcuni possono forare troppo la superficie e indebolirla.

Chiodi per legno o cemento – cosa cercare?

Mentre c’è una grande varietà di chiodi, ci sono due modelli in particolare che vale la pena differenziare. Questo perché la confusione tra l’uno e l’altro può essere dannosa per il lavoro che si sta facendo complessivamente, dato che entrambi sono molto diversi, anche se hanno la stessa funzione di base.

Chiodi per legno: i chiodi per questo tipo di superficie possono variare di spessore a seconda della forza del legno. Tuttavia, non sono troppo spessi, poiché questo potrebbe rompere il materiale. Sono applicati manualmente con un martello.

Sono fabbricati con un basso contenuto di carbonio e sono comunemente galvanizzati o vinilizzati, a seconda dell’uso previsto. Di solito sono lisce. Possono essere applicati a mobili, legno, cartone spesso e possono essere utilizzati in chiodatrici automatiche.

Chiodi per cemento: questi chiodi sono speciali per lavorare con superfici molto resistenti. Sono fatti di acciaio temprato. Possono essere più spessi di altri modelli, anche se questo può variare a seconda dell’uso.

I principali lavori in cui possono essere utilizzati i chiodi per cemento includono il fissaggio di porte, finestre e telai. Possono anche essere utilizzati per il fissaggio in blocchi di cemento o mattoni e anche per sostenere scaffali. Possono essere applicati manualmente o per impatto, con una sparachiodi.

Chiodi per legno Chiodi in calcestruzzo
Usi Mobili, cartone, legno Telai, porte, finestre, mattoni e cemento.

Forza Medio – Alto Alto.

Modalità di applicazione Per lo più manuale Manuale o automatico.

Spessore Spessore medio Può essere molto spesso a seconda dell’uso

Ci sono altri tipi di chiodi?

Come puoi immaginare, ci sono molti tipi diversi di chiodi, e mentre può essere difficile citarli tutti, ce ne sono alcuni che sono essenziali. Imparando a conoscerli, conoscerai le loro caratteristiche e dove puoi applicarli, in modo da poterli usare nelle situazioni giuste.

Chiodi comuni: Questi tipi di chiodi sono perfetti per qualsiasi tipo di costruzione. Funzionano per lavori di muratura, così come per i mobili. Sono estremamente versatili. Vengono anche galvanizzati.

Chiodi Trupán: Sono molto forti e vengono utilizzati in situazioni particolari, come la finitura di stanze e mobili. Possono essere un po’ più rustiche al tatto rispetto alle unghie ordinarie. Sono lunghi.

Chiodi lisci: Questi vengono utilizzati nell’area del cemento, per applicazioni che richiedono una forte perforazione e un’alta resistenza senza paura di deformazioni. Sono perfetti per installare telai o porte, così come per fissare materiali alle superfici di cemento o mattoni.

Graffe: Queste sono estremamente versatili. Possono essere utilizzati per recinzioni, mobili, lavori di carpenteria pesante e per fissare i fili, sono molto pratici e forti.

Scegliere il giusto tipo di chiodo significa un lavoro sicuro e protetto. (Foto: Pavlo Burdyak / 123rf.com)

Criteri di acquisto: fattori che ti permettono di confrontare e valutare i diversi modelli di chiodi

Come ultimo punto, è importante prendere in considerazione alcuni aspetti che funzionano per stabilire confronti, specialmente con un prodotto con tanta varietà come i chiodi. Pertanto, ti mostreremo quali sono i punti chiave da analizzare per discernere quale sarà il modello ideale in base a ciò di cui hai bisogno.

Area di utilizzo

Come puoi vedere, ci sono aree di utilizzo con diversi materiali, come legno e cemento. Tuttavia, ce ne sono altri che sono altrettanto importanti e che dovresti conoscere in modo da sapere esattamente a cosa serve ogni chiodo e poter fare la scelta giusta prima dell’acquisto.

Chiodi per mobili e artigianato: Sono di piccole dimensioni rispetto agli altri tipi, non molto spessi, quindi sono eccellenti per applicazioni e fissaggi in piccole superfici che sono fatte di legno o materiale simile. Sono fatti di filo d’acciaio.

Chiodi per tetti: sono fatti di acciaio galvanizzato e sono usati solo per fissare i tetti, come l’installazione di tegole, per esempio. La loro lunghezza dipende dalla superficie da fissare.

Usare chiodi speciali per tetti è importante per una riparazione sicura. (Foto: Kolessl / 123rf.com

Applicazione

Il modo in cui applichi i chiodi determina anche quale dovresti comprare, dato che ci sono chiodi che si applicano manualmente, mentre altri sono speciali per pistole chiodatrici automatiche. A seconda del modo in cui lo fai, dovresti scegliere il tipo di chiodo.

Manuale: Questi sono i chiodi più comuni, che normalmente troverai in qualsiasi negozio di ferramenta, poiché per applicarli hai bisogno di un martello e della tua forza. Possono causare incidenti molto facili, dal calpestare il tuo dito mentre inchiodi, all’inchiodare direttamente nella tua mano. Pertanto, è importante fare attenzione.

Ci sono alcune superfici in cui il lavoro manuale è più consigliabile, in quanto richiedono una chiodatura molto sottile e delicata, a causa della debolezza del materiale, quindi dovresti anche valutare la superficie prima di decidere l’applicazione.

Automatico: Questo tipo di applicazione richiede meno sforzo, in quanto è la macchina che usa la forza per spingere il chiodo nella superficie. Di solito sono unghie molto forti, che non si deformano. Anche questa modalità ha i suoi rischi se gli scatti non sono controllati.

In entrambi i casi ci sono aspetti positivi e negativi, mentre nella modalità manuale il processo può essere più economico, nella modalità automatica è più veloce e meno faticoso. Quello che è vero è che entrambi hanno un livello di rischio, quindi puoi prendere misure di sicurezza, come coprirti gli occhi, indossare guanti e calzature antiscivolo quando lavori.

La lunghezza di un chiodo è decisiva in certi casi per la resistenza al peso, la facilità di caduta, così come la rottura e l’indebolimento del materiale dove è inserito. Pertanto, prima di comprare un chiodo, dovresti guardare dove andrà, in modo da non finire per rompere il materiale a causa della sua lunghezza.

Chiodi piccoli. Questi sono i chiodi da 3/4, 7/8 e 1 pollice, sono perfetti per le applicazioni di fissaggio, specialmente se si tratta di un materiale all’altro. Non romperanno il materiale dove sono applicati, anche se lo spessore influisce su questo. Non dovrebbero essere utilizzati per sostenere dei pesi, in quanto possono cedere.

Chiodi medi. Se stai cercando misure più grandi, come 1 ¼; 1 ½; 1 ¾; e 2 pollici, possono essere utili per appendere oggetti alle pareti e sostenere pesi, così come per fissare superfici ad altre superfici, specialmente se sono molto forti. I chiodi per calcestruzzo si trovano solitamente tra queste e le seguenti dimensioni.

Unghie lunghe. Le lunghezze più lunghe sono 2 ¼ e 2 ½ pollici, con esse puoi lavorare su superfici molto resistenti, e ti aiuteranno a fissarne altre facilmente. Sono portanti, ideali per lavorare con materiali molto forti, come il mattone o il cemento.

Più lungo è il chiodo, meglio è per le superfici forti e portanti. (Foto: Julia Sudnitskaya / 123rf.com)

Materiale

A seconda del materiale di cui è fatto il chiodo, la sua forza può variare. Per questo è importante che tu sappia di quale materiale puoi trovare i chiodi sul mercato, in modo da prendere in considerazione questo aspetto quando realizzi i lavori di costruzione.

Acciaio: Sono i più comuni, molto resistenti e con una solida sicurezza al momento di applicarli. Non tendono a deformarsi facilmente, ma questo dipende anche dallo spessore al momento di applicare la forza per fissarli.

Alluminio: Sono più leggeri, non subiscono conseguenze dovute alla ruggine perché sono fatti di questo materiale. Sono resistenti al tempo, anche se la possibilità di deformazione è maggiore. Sono anche resistenti, anche se non sono proprio adatti a superfici molto solide.

Copper: Questo tipo di chiodi sono ideali per i tetti. Questo materiale non arrugginisce ed è molto resistente. Altri tipi di unghie possono consumarsi quando sono in costante contatto con il sole e la pioggia, ma non con questo tipo di unghie.

(Foto in evidenza: Pavel Rodimov/ 123rf.com)

Perché puoi fidarti di me?

Recensioni