Ultimo aggiornamento: 03/08/2021

Come scegliamo

7Prodotto analizzati

21Ore impiegate

6Studi valutati

30Commenti raccolti

Cerniere, cerniere, cerniere o cardini. Indipendentemente da come li chiami, il fatto è che sono spesso trascurati nella vita quotidiana del cittadino medio. Tuttavia, svolgono una funzione indispensabile: fissano porte e sportelli ad un albero rotante. Questo ci permette di passare dall’esterno alla casa, da una stanza all’altra, dall’apparente al nascosto.

Se hai bisogno di cambiare o installare cerniere e vuoi saperne di più sulla loro varietà, sei arrivato nel posto giusto. In questo articolo ti diremo tutto sui diversi tipi di cerniere, le loro funzioni, le caratteristiche e altri possibili dubbi in modo che tu possa comprare quelle giuste per te. Iniziamo!




La cosa più importante da sapere

  • Anche se tutte le cerniere hanno la stessa funzione, non tutti i tipi sono adatti ad ogni mobile. Ci sono cerniere per porte antiche o moderne, per finestre, per scatole e per tavoli.
  • Il fattore più importante nella scelta delle cerniere è il loro materiale. La qualità, la forza, la capacità portante e il prezzo dipendono in larga misura dal materiale.
  • Un altro fattore secondario legato al materiale è la resistenza alla ruggine. Ti diremo come prenderti cura delle tue cerniere e quali cerniere scegliere per rallentare la ruggine.

Cerniere: la nostra selezione

In questa sezione, condivideremo con te le migliori cerniere per ogni tipo di mobile. Queste cerniere sono le più popolari tra gli utenti, poiché sono perfettamente adatte al loro uso. Non perdere tempo in ricerche infinite, perché qui ci sono i prodotti che possono essere utili per te. Dai un’occhiata.

Guida all’acquisto: cosa devi sapere sulle cerniere

Ora ti daremo un’analisi esaustiva di tutti i dettagli sulle cerniere e i loro tipi. Potresti pensare a questo articolo come un articolo che non contiene molto mistero. Tuttavia, ci sono molti più modelli di cerniere di quanto tu possa pensare. A questo proposito, abbiamo preparato questa Guida all’acquisto con le informazioni necessarie affinché tu possa decidere quali sono quelli giusti per te.

È meglio armarsi di parti uguali di strumenti per il fai da te e pazienza. (Fonte: Ksenia Chernaya: 5691518/ Pexels)

Quali sono i vantaggi delle porte a battente?

Le porte a battente sono porte che hanno un meccanismo a cerniera che permette loro di aprirsi e chiudersi. Questo sistema è il più comune, per quanto riguarda le porte. Tuttavia, devi sapere che offre alcuni vantaggi e svantaggi rispetto ad altri tipi di porte come le porte scorrevoli. Qui sotto c’è una tabella riassuntiva:

Vantaggi
  • Le porte a battente sono più semplici da installare
  • Sono più economiche da installare rispetto alle porte scorrevoli
  • La scelta dei materiali è più ampia nel caso delle porte a battente
  • Il loro isolamento acustico è solitamente maggiore di quello offerto dalle porte scorrevoli
Svantaggi
  • Le porte a battente occupano molto più spazio delle porte scorrevoli
  • Non sono estetiche, minimaliste e discrete come le porte scorrevoli

Quali tipi di cerniere esistono?

Prima di tutto devi sapere che non esiste un solo tipo di cerniera. Si sono evoluti nella loro logica di funzionamento, adattandosi a diverse funzionalità e tipi di utilizzo. Ecco i più comuni

  • Incernierato: La parola incernierato è un termine tecnico per indicare una cerniera che permette ad una porta di aprirsi e chiudersi su un asse in una sola direzione. Che sia verticale o orizzontale, tutte le case hanno questo tipo di cerniera in qualche parte dei loro mobili. È la cerniera più classica e basilare.
  • Nascosto o invisibile Consiste in due staffe collegate da un ponte con una distanza variabile tra loro. Poiché di solito sono incassati e nascosti alla vista, l’installazione può essere un po’ ingombrante. Va notato che il ponte del meccanismo è esposto quando la porta è aperta. Un sottotipo di queste cerniere sono le cerniere a barile o cilindriche per piccoli oggetti come scatole di legno, portagioie, armadi e coperchi che non sostengono molto peso.
  • Cerniere a granchio: Queste sono cerniere con una testa che viene inchiodata al mobile e un altro supporto più allungato che viene installato sul lato della porta o del coperchio. Possiamo distinguere due tipi. Cerniere diritte, che sono più economiche, ma la loro apertura e chiusura può essere un po’ brusca; e cerniere con un freno, che si aprono e chiudono molto più dolcemente e progressivamente.
  • Libro e pianoforte: hanno lo stesso meccanismo. Il tipo a libro consiste in un piccolo albero con due ali o piastre attaccate ad ogni lato e di solito hanno una finitura lucida. Le cerniere del pianoforte, d’altra parte, seguono lo stesso schema, ma si distinguono per essere in grado di raggiungere fino a 2 metri di lunghezza.
  • A forma di T: queste cerniere hanno spesso un’attraente finitura rustica. Di solito sono abbastanza robusti e difficili da deformare.
  • Pivot: Il più innovativo e unico sul mercato. Queste cerniere all’avanguardia sono completamente integrate nella porta, il che le rende difficili e costose da montare. La porta si apre in due direzioni e ruota attorno ad un asse fissato al pavimento.
  • Cerniere di sicurezza o anti-leva Queste cerniere a prova di scasso rinforzano porte e finestre, rendendole difficili da scassinare. È consigliabile installarli agli ingressi che vuoi proteggere. Simile alle cerniere dei libri e alle cerniere del pianoforte, ci sono versioni corte e più lunghe che vengono montate lungo il telaio della porta.
  • Adoppio e a singolo effetto: Le cerniere a doppia azione, conosciute anche come cerniere oscillanti, sono utilizzate nelle entrate e nelle uscite trafficate, ad esempio in una mensa universitaria. Si aprono sia verso l’interno che verso l’esterno, facilitando il flusso di persone. Le cerniere ad azione singola, d’altra parte, si aprono solo in una direzione.

Per semplificare la tua scelta di cerniere, ecco una tabella che riassume le cerniere secondo il loro tipo e la loro applicazione ideale:

Tipo Ideale per
Cerniere a battente Qualsiasi mobile o porta standard
Cerniere nascoste o invisibili Porte dal design moderno e minimalista
Cerniere a barile o cilindriche Piccoli mobili, casse di legno
Cerniere a tazza o a granchio Mobili da cucina
Cerniere a libro Mobili e piccoli oggetti, porte di legno per armadi
Porte per pianoforte Porte e tavoli pieghevoli
In T mobili provenzali o vintage
Porte girevoli Porte girevoli o di design minimalista
Porte di sicurezza o anti-leva Porte il cui accesso vogliamo proteggere
Porte a doppia azione Accessi con traffico pesante
Porte a singola azione Porte che vogliamo tenere chiuse dopo l’apertura

Come evitare che le cerniere cigolino?

Se ogni volta che spingi sulla tua porta suona un concerto di musica d’avanguardia, facendo un suono insopportabile, la sua origine potrebbe essere nelle cerniere o nei cardini

  • Letue cerniere hanno bisogno di una mano di grasso: spruzzale con un lubrificante multiuso o, in mancanza di questo, con olio vegetale o vaselina per aiutarle a girare dolcemente e silenziosamente.
  • Letue cerniere sono influenzate dalle condizioni atmosferiche: in ambienti umidi o molto caldi, le cerniere possono gonfiarsi leggermente. Se questo è il caso, ti consigliamo di smontare le cerniere, individuare quali parti sono gonfie e carteggiarle.
  • Letue cerniere sono eccessivamente arrugginite: L’età e la ruggine vanno di pari passo, quindi dovresti considerare di sostituire le tue cerniere con delle nuove.

Sfortunatamente, nessuna cerniera e/o cardine è esente dal cigolio ad un certo punto della sua vita utile, qualunque sia il materiale e la tipologia. Come misura preventiva, ti consigliamo di non pulire le cerniere con soluzioni alcoliche.

Quanto è facile sostituire le cerniere?

L’installazione delle cerniere è un argomento facile e divertente per gli appassionati del fai da te. Ma per la persona media, spesso richiede tempo, energia e un po’ di danni collaterali.

A seconda della marca, del tipo, della superficie e delle condizioni, la rimozione e l’installazione delle cerniere può essere un gioco da ragazzi o un puzzle infernale. Per esempio, se vuoi cambiare alcune cerniere delle tazze, tutto quello che devi fare è svitare quelle che sono già al loro posto. Poi, per montare quella nuova, dovremmo usare un martello per piantare i chiodi nel legno.

All’altro estremo, ci sono le cerniere a perno, che costerebbero anche al più pratico dei dilettanti la sostituzione. È comprensibile cercare di risparmiare, ma non è saggio rischiare la condizione delle tue porte e sprecare risorse. Se hai ancora il coraggio di intraprendere questa avventura da solo, ti consigliamo di rivolgerti ai video degli esperti.

Le cerniere sono il collegamento tra i nostri mobili e noi stessi (Fonte: Alexandrerku: 11404070/ Freepik)

Esistono porte senza cerniere?

No, non è un ossimoro. Naturalmente ci sono porte senza cerniere. Si tratta di porte scorrevoli che si muovono in uno spazio incassato nel muro per mezzo di guide e cuscinetti. Tuttavia, su Internet, possiamo leggere di porte che non hanno cerniere, ma non si riferiscono al tipo scorrevole.

Sebbene sia efficace come reclamo pubblicitario, la realtà è che spesso ci si riferisce a cerniere girevoli, il cui meccanismo è nascosto alla vista. Questo non significa che non abbiano bisogno di cerniere per funzionare.

Criteri di acquisto

Vogliamo che tu faccia un acquisto intelligente. Per questo motivo, ti spiegheremo in dettaglio a quali fattori dovresti prestare attenzione prima di acquistare le cerniere. In questo modo, sceglierai il materiale perfetto, il sistema di chiusura più appropriato e la finitura più attraente per le tue cerniere. Ricorda, meglio prevenire che curare.

Materiale

Come è tipico degli articoli per il fai da te, il materiale è il fattore fondamentale da considerare prima di fare un acquisto. Altri fattori come la forza e le proprietà antiruggine dipendono da esso.

Ottone Plastica Acciaio inossidabile Acciaio zincato Alluminio Ferro
Capacità di carico Media, per lega Dubbioso Eccellente Meno che inossidabile Piccolo Buona
Resistenza meccanica Buono, a seconda della lega Buona Buona Buona Piccolo Buono
Resistenza all’ossidazione Più alto quando zincato o cromato Buona Da buono a eccellente Meno che inossidabile Povero Scarsa
Riciclabilità Facile da riciclare Difficile da riciclare Facile da riciclare Più difficile dell’acciaio inossidabile Facile da riciclare Facile da riciclare
Costo Economico Molto a buon mercato Caro Più economico dell’acciaio inossidabile, più costoso del resto Molto a buon mercato Medio

Tuttavia, in relazione ai materiali, ci sono alcuni fatti aggiuntivi da considerare:

  • L’ottone è spesso mescolato con altri metalli che migliorano notevolmente le sue qualità. Questo lo rende un elemento molto comune nelle cerniere domestiche, specialmente per i bagni.
  • L’alluminio si presenta sempre come pressofuso nelle cerniere, quindi non è il materiale principale. Le cerniere esclusivamente in alluminio non fanno parte di un acquisto intelligente.
  • Attenzione, nessun acciaio inossidabile è inossidabile al 100%. Ogni materiale è soggetto a forze corrosive, ma l’acciaio inossidabile offre una resistenza superiore alla media. La resistenza alla ruggine varia a seconda del tipo di acciaio.

Chiusura e apertura del sistema

Abbiamo già dato alcuni accenni sui metodi di apertura e chiusura, ma vorremmo entrare più nel dettaglio. Questo piccolo dettaglio farà variare il prezzo delle tue cerniere, la loro complessità e la loro praticità

  • Chiusura dolce: se compri cerniere con ammortizzatori o freni incorporati, si chiuderanno molto più dolcemente. Eviterai di sbattere le porte e stilizzerai i tuoi mobili. Nelle cerniere a tazza, questo freno è chiamato Blumotion.
  • Funzione di bloccaggio: se ti interessa essere in grado di fissare una porta o una finestra in una posizione specifica, allora cerca cerniere che abbiano una leva di bloccaggio o un meccanismo di chiusura.
  • Funzione di tenuta: con questa implementazione, puoi tenere la porta aperta a certe angolazioni. Questi sono impostati in fabbrica e non possono essere regolati a piacere.
  • Funzione di frizione regolabile: questo permette ad una porta di essere posizionata ad un angolo specifico allo stesso modo della funzione hold-open. Tuttavia, queste cerniere non hanno una leva sporgente, ma possono essere regolate per mezzo di una chiave esagonale.
  • Autochiusura: Questa funzione tira la porta ogni volta che viene aperta per tenerla chiusa.
  • Fermo di apertura: molte cerniere, specialmente quelle dei mobili, hanno un fermo di apertura a 90°. Questo può variare a seconda della cerniera.

Una semplice cerniera a tazza su un mobile di legno. (Fonte: Leo Nik: 12332101/ Freepik)

Elementi ossidanti

Come suggerisce il nome, questi elementi corrodono progressivamente le nostre cerniere quando entrano in contatto con esse. Prima di acquistare le cerniere, dovremmo considerare se il luogo in cui le metteremo è a diretto contatto con uno o più di questi elementi. In questo modo, saremo in grado di sapere qual è il migliore per noi per fare un acquisto intelligente.

I principali elementi ossidanti che riguardano le cerniere sono

  • Ossigeno: questo elemento da solo non rappresenta una grande minaccia ossidante.
  • Umidità: come regola generale, il più grande nemico delle cerniere.
  • Acqua: specialmente acqua di mare.
  • Alcuni prodotti per la pulizia: come l’alcol e la candeggina.

Nel caso in cui il tuo clima sia molto umido o le tue cerniere siano esposte all’acqua, ti consigliamo di comprare quelle in acciaio inossidabile, che resistono bene agli elementi per rallentare il processo di ossidazione.

Allo stesso tempo, vorremmo sottolineare che non dovresti spruzzare le tue cerniere con detergenti alcalini. I detergenti alcalini sono tra 8 e 14 sulla scala del pH. Scegli detergenti con un pH neutro, il più vicino possibile a 7.

Finitura

Vuoi che le tue cerniere mantengano la giusta brillantezza? Familiarizza con la terminologia delle finiture per assicurarti che le cerniere che acquisti soddisfino le tue esigenze estetiche

  • Raso: trasmette una sensazione di trasparenza. Riflette la luce e ha una consistenza setosa.
  • Bronzato: un’estetica più ottocentesca, dà un tocco vintage e maestoso.
  • Lucidato: un processo che lascia il materiale lucido o scintillante nel caso dell’ottone.
  • Opaco: definisce un colore più scuro che non riflette la luce.
  • Nichelatura: Applicata all’acciaio e gli conferisce una lucentezza giallastra.
  • Cromatura: applicata all’acciaio, conferisce una lucentezza più pulita.
  • Verniciatura: aggiunge consistenza e lucentezza alla cerniera.

Oltre a questi stili, cerniere e cardini possono avere dei finials. Queste sono finiture sulle estremità dell’albero della cerniera o del perno. Se presenti, di solito consistono in un’estensione affusolata coronata da una sfera.

Riassunto

Come le persone, le cerniere mostrano una vasta gamma di diversità: a battente, a coppa, a bilico, a doppia azione, cromate, con chiusura morbida, smontabili, inossidabili e riciclabili. Ognuno è speciale a modo suo e vale la pena conoscerli bene per sapere quale si adatta meglio a noi e al nostro arredamento.

I loro materiali e, in secondo luogo, la loro finitura, sono fattori chiave per decidere il migliore. Dobbiamo anche essere consapevoli delle condizioni ambientali e dei danni che causano alle nostre cerniere. Pertanto, speriamo che questo articolo ti abbia fornito alcune idee utili, al fine di scegliere saggiamente le cerniere ideali per i tuoi mobili.

(Featured image source: Meder: 5600339/ 123rf)

Recensioni