Ultimo aggiornamento: 08/12/2020

Come scegliamo

12Prodotto analizzati

20Ore impiegate

10Studi valutati

85Commenti raccolti

Sedersi davanti al camino acceso e fare un bel barbecue con le persone a cui si vuole bene sono due attività che tutti amano. Però, quando il fuoco si spegne, l’unica cosa che rimane è la cenere. Per eliminare questi resti così fastidiosi abbiamo bisogno di un aspiracenere. Si tratta di un elettrodomestico indispensabile nelle case che possiedono un camino, una stufa o un barbecue tradizionale.

Oltre ad aiutarci nel difficile compito dell’eliminazione della cenere, un aspiracenere può svolgere anche altre funzioni, come purificare l’aria grazie a filtri specifici, e può rappresentare l’alternativa ideale a una pulizia noiosa e, in alcuni casi, incompleta. Hai già provato a raccogliere la cenere con scopa e paletta? Se non vuoi provare sulla tua pelle quanto sia frustrante, continua la lettura!




Le cose più importanti in breve

  • Un aspiracenere è un elettrodomestico concepito per l’eliminazione di tale tipologia di rifiuti. I normali aspirapolvere non consentono di aspirare anche la cenere. Di conseguenza, questo prodotto è l’alternativa perfetta.
  • Tutti i componenti principali sono realizzati con materiali ignifughi, consentendo all’utente di pulire camini, stufe e barbecue in modo totalmente sicuro. In ogni caso, occorre effettuare la pulizia sempre con il fuoco spento e quando la cenere si è raffreddata.
  • Un criterio di acquisto al quale prestare attenzione è se l’aspiracenere include o meno un filtro HEPA. Tale filtro raccoglie e filtra le particelle più piccole, garantendo una pulizia perfetta senza alcun residuo di cenere nell’aria. Grazie al filtro HEPA, è possibile evitare di respirare aria impura una volta che il fuoco si è spento.

I migliori aspiracenere del mercato: la nostra selezione

Proporre una lista di prodotti consigliati è un ottimo modo per facilitare la scelta. In questa lista andremo ad includere vari modelli di aspiracenere, tutti diversi tra di loro. Tali differenze stanno nel prezzo, nella marca, nella potenza, nelle funzionalità e nell’uso per il quale sono stati concepiti. In questo modo, ogni utente potrà identificarsi con un certo modello e scegliere quello che preferisce.

L’aspiracenere con il miglior rapporto qualità-prezzo

Tra i migliori e più venduti aspiracenere  troviamo Cenerill di Ribimex che ha una potenza di 1000 w e un bidone in metallo laccato con capienza di 18 litri (disponibile anche da 4 e 10 litri). Progettato per aspirare le ceneri fredde da caminetti, stufe, barbecue, ecc… ha un filtro hepa intercambiabile e lavabile. Il tubo flessibile in metallo è 1,10 m e la lancia metallica di 20 cm.

Le opinioni sul prodotto sono moltissime, e viene esaltato come aspiracenere per uso casalingo dall’ottimo rapporto qualità-prezzo. Ad oggi ha una votazione di 4.3 su 5 stelle.

L’aspiracenere più affidabile per le recensioni

L’aspirapolvere e aspiracenere AD 4 Premium di Kärcher ha una turbina da 600 W e aspira qualsiasi tipi di cenere, anche il pellet. È realizzato con materiali ignifughi, ha una bocchetta in metallo e due tubi rigidi in metallo cromato, oltre a un vano porta accessori che ospita accessori e il filo di rete. Il deposito è da 17 litri con tubo d’aspirazione 1,2 metri.

Secondo la maggior parte delle recensioni si tratta di uno dei migliori aspiracenere domestici sul mercato. Risulta potente e piuttosto silenzioso, con una resa sicuramente maggiore ai modelli economici. La sua valutazione complessiva è di 4.6 su 5 stelle.

Il miglior aspiracenere e soffiatore 2 in 1

Il PAIPU è in aspiracenere con un potente motore da 1200W perfetto per ripulire caminetti, barbecue e simili dalla cenere raffreddata. È silenzioso, ha un sistema HEPA a doppio filtro ed è dotato di una comoda funzione soffiatrice. Per le aree difficili da raggiungere è dotato di un tubo flessibile da 0,8 metri con un ugello in alluminio da 15 centimetri. Il contenitore in metallo ha una capacità di 20 litri e 3 ruote che semplificano il suo spostamento.

Attualmente questo aspiracenere ha quasi solo recensioni positive (4.8 su 5 stelle). Secondo chi l’ha acquistato è potente ed efficiente, anche se non così silenzioso come promesso dal produttore.

L’aspiracenere con più potenza

Einhell propone l’aspiracenere Tc-Av 1620 Dw, un prodotto che ha una potenza di 1250 W, con una potenza aspirante di massimo 165.mbar. Il suo serbatoio di raccolta è di 20 litri e ha ruote e pratica impugnatura per semplificare il trasporto. Il tubo flessibile rinforzato in metallo ha un diametro di 36 millimetri e una lunghezza di 1,20 metri e la bocchetta è in alluminio.

Questo aspircenere supera le aspettative, secondo gli acquirenti. Si tratta di un modello molto efficiente, non molto rumoroso e robusto. La sua valutazione complessiva attuale è di 4.4 su 5 stelle.

Guida all’acquisto: Tutto quello che devi sapere sugli aspiracenere

In questa sezione dell’articolo andremo a conoscere questo prodotto in maniera più approfondita. Un aspiracenere può essere perlopiù sconosciuto alla maggior parte dei lettori, ma vedremo che, in realtà, è estremamente semplice comprenderne il funzionamento e gli aspetti principali. Addentriamoci in questo magnifico elettrodomestico!

Donna con un bidone aspiratutto.

Un aspiracenere è un elettrodomestico concepito per l’eliminazione di tale tipologia di rifiuti. (Fonte: Popov: 43306411/ 123rf.com)

Cos’è un aspiracenere?

Un aspiracenere è un elettrodomestico che ha lo scopo di eliminare, tramite l’aspirazione, ogni residuo di cenere. Tuttavia, può offrire anche altre funzioni, come la pulizia a pressione. Questa è utile soprattutto per l’eliminazione di foglie o di altri depositi che desideriamo rimuovere.
Per questo motivo, il suo uso è indicato sia per l’interno che per l’esterno.

Un aspiracenere viene utilizzato soprattutto per la pulizia dei residui presenti nei caminetti o nei barbecue. In entrambi i casi, si tratta di un elettrodomestico adatto sia per privati sia per i professionisti che lavorano nel settore alberghiero o della ristorazione. Inoltre, rappresenta l’alternativa ideale all’incompatibilità di un normale aspirapolvere, poiché anche gli aspiracenere sono capaci di assicurare una pulizia efficace e duratura.

Come funziona un aspiracenere?

Il funzionamento di un aspiracenere ha poche differenze con quello di un normale aspirapolvere. Innanzitutto, anche qui sono presenti due modalità per la raccolta dei detriti: con sacco -la più tradizionale- e senza sacco – tipico dei modelli più moderni-: ecco dove andranno a finire i residui aspirati. Fin qui è tutto uguale a un aspirapolvere, vero? E allora perché c’è una differenza?

La differenza principale si trova nei filtri utilizzati dalle due tipologie di elettrodomestici. Quelli degli aspiracenere sono indicati per la raccolta di cenere: in questo modo, i rifiuti non andranno ad ostruire il filtro e l’aspirazione sarà semplice e sicura. Inoltre, anche se devono essere utilizzati quando il fuoco è spento, riescono a sopportare alte temperature, consentendo di effettuare una pulizia immediata e sicura.

Persona che aspira della polvere sotto un mobile.

Tutti i componenti principali sono realizzati con materiali ignifughi.
(Fonte: Daniel: 48063460/ 123rf.com)

Posso utilizzare il mio aspirapolvere al posto di un aspiracenere?

In generale, no. Come abbiamo detto poco prima, i normali aspirapolvere non sono adatti alla cenere, pertanto tale utilizzo potrebbe danneggiarli e obbligarci a sostituirli, dovendo affrontarne tutti i costi. Quindi è meglio consultare le indicazioni del produttore per quanto riguarda tale utilizzo: in questo modo, potremo evitare di arrecare danno all’aspirapolvere e potremo risparmiarci la spesa.

Un aspiracenere è molto rumoroso?

Il rumore emesso da un aspiracenere viene misurato in decibel, e la sua intensità può variare. Comunque, questo aspetto non è molto diverso dagli aspirapolvere: normalmente, la rumorosità dovrebbe oscillare tra i settanta e gli ottanta decibel. È difficile trovare modelli che non superano tale soglia, ma se la superano, saranno eccessivamente rumorosi e, quindi, fastidiosi.

Generalmente, i modelli con maggiore potenza – misurata in Watt- generano anche più rumore. Questo è dovuto al funzionamento del motore, che diventa più intenso. Tuttavia, questo non vuol dire che l’aspirazione sia migliore. Non è infatti possibile stabilire con certezza che più potenza sia uguale a più rumore e a una maggiore aspirazione. Occorre fare attenzione a questo fattore, soprattutto in ambienti domestici.

Sapevi che la filtrazione HEPA viene utilizzata anche in ambito medico per contenere i batteri e i virus presenti nell’aria?.

Cosa sono i filtri HEPA, e a cosa servono in un aspiracenere?

I filtri HEPA di un aspirapolvere servono a purificare l’aria mentre si aspira una superficie. La sigla HEPA —High Efficiency Particulate Air, in inglese— fa riferimento proprio a questo. Attraverso la circolazione dell’aria aspirata, vengono eliminate anche tutte le minuscole particelle di polvere e sporcizia.
Tale azione serve soprattutto per l’eliminazione degli allergeni.

I benefici principali di questi filtri riguardano sia l’igiene sia la salute: le persone che soffrono di allergie o malattie respiratorie croniche possono trarre grande vantaggio da tali filtri. Oggi, inoltre, i filtri HEPA vengono impiegati non solo negli aspirapolvere, ma anche in altri elettrodomestici come i deumidificatori. Solitamente, vengono realizzati con fibre di vetro intrecciate.

È possibile utilizzare accessori con un aspiracenere?

Un aspiracenere consente l’uso di vari accessori aggiuntivi per la pulizia. Tutti essi contribuiscono a una maggiore efficienza, consentendo di risparmiare tempo ed energie. Alcuni di questi accessori sono identici a quelli che si possono utilizzare con un aspirapolvere. Ad esempio, troviamo prolunghe per il tubo di aspirazione o spazzole speciali per le superfici delicate.

Alcuni aspirapolvere includono già nella loro confezione vari accessori. In caso contrario, esistono comunque dei set in base alle necessità dell’utente. Occorre però fare attenzione alla compatibilità con l’aspiracenere, perché non tutti gli accessori sono universali. Ad esempio, le dimensioni e il diametro del tubo andranno a condizionare il sistema di incastro diei vari pezzi.

Quanta energia consuma un aspiracenere?

Il consumo energetico di un aspiratore elettrico è variabile, per questo dobbiamo parlare di vari fattori. Da un lato sappiamo che, solitamente, la potenza degli elettrodomestici viene rappresentata in Watt. Per quanto riguarda gli aspiracenere, questa oscilla tra gli ottocento e i duemila Watt. Per determinare il consumo occorre invece parlare di kiloWatt per ora. (kWh).

Più Watt corrispondono a un maggiore consumo ma non necessariamente a un migliore rendimento, soprattutto per i valori più alti. Un aspiracenere di media potenza offre potenze tra i 1500 e i 1800 Watt, ma anche 1200 W sono più che sufficienti per un utilizzo domestico. Di conseguenza, è importante che un buon aspiracenere non consumi più di un qualsiasi altro elettrodomestico che si utilizza frequentemente.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi di un aspiracenere?

Finora abbiamo visto le caratteristiche tecniche più importanti degli aspiracenere. Se però ti sono rimasti ancora alcuni dubbi per quanto riguarda i loro usi e funzioni, puoi trovare una tabella con i principali vantaggi e svantaggi dell’acquisto di tale elettrodomestico. Hai dubbi? Allora continua la lettura!

Vantaggi
  • Rimozione della cenere veloce e sicura
  • Varietà di gamme e modelli
  • Consentono di aspirare anche altri residui
  • Consentono di montare vari accessori per la pulizia
  • Uso per interno ed esterno
Svantaggi
  • Meno maneggevoli rispetto a un normale aspirapolvere
  • Richiedono spazio per riporli

Criteri di acquisto

Quando si vuole acquistare un prodotto, è essenziale conoscere i fattori da tenere in considerazione prima di scegliere. Per quanto riguarda gli aspiracenere, arrivati a questo punto possediamo abbastanza informazioni, poiché sappiamo come funzionano e quali caratteristiche presentano. Per questo motivo, i criteri di acquisto fanno riferimento a concetti che non ci sono del tutto sconosciuti. Andiamo a vedere quali sono:

Potenza e capacità di aspirazione

Sulla carta, una maggiore potenza —misurata in Watt— non comporta per forza un maggior rendimento La capacità di aspirazione di un aspiracenere da 1600 Watt può essere superiore di quella di uno da 2000. Per questo motivo, non occorre confondere i due parametri, che fanno riferimento a due cose diverse. I Watt ci dicono quanta energia consuma l’apparecchio.

Oggi, i produttori commercializzano modelli meno potenti, ma pur sempre efficaci. Questo significa che l’efficienza energetica è maggiore: meno Watt, meno consumi, stesso rendimento, maggior risparmio. Per questo motivo, l’ideale sarebbe trovare equilibrio tra un consumo moderato e un risultato soddisfacente: in che modo è possibile farlo? Confrontando, leggendo recensioni e facendo attenzione.

Uomo che aspira il pavimento.

Un aspiracenere è un elettrodomestico che ha lo scopo di eliminare, tramite l’aspirazione, ogni residuo di cenere. (Fonte: Popov: 51450114/ 123rf.com)

Possiede un filtro HEPA?

Abbiamo già visto che il filtro HEPA è un componente molto importante negli aspiracenere. Anche se la maggioranza dei modelli odierni ne incorpora uno, è possibile trovarne ancora alcuni che ne sono sprovvisti. Sono più economici, ma non garantiscono la stessa igiene e salubrità. Si tratta però di un aspetto molto importante se in casa ci sono persone con allergie o malattie respiratorie.

I filtri HEPA possono essere suddivisi in varie categorie. Ognuna di esse presenta certi livelli di filtraggio, e occorre scegliere il più adatto alle proprie esigenze. Alcuni aspiracenere professionali non possiedono questi filtri poiché sono destinati essenzialmente a spazi più grandi o aperti, dove la densità delle particelle presenti nell’aria è minore.

Dimensioni del serbatoio

Occorre precisare innanzitutto che questo parametro viene misurato in litri. Le sue dimensioni determinano la quantità di cenere che è possibile aspirare tutta in una volta. Questo fattore è più o meno importante in base alle dimensioni, ad esempio, del nostro caminetto. Se aspiriamo solo piccole quantità, un aspiracenere con un serbatoio modesto è sufficiente.

Tuttavia, si tratta di un aspetto da tenere in considerazione negli aspiracenere professionali utilizzati, ad esempio, in ristoranti o strutture —come tavole calde o hotel— con grandi barbecue o camini. In tal caso, occorre evitare a ogni costo la saturazione del serbatoio: quando è pieno, occorre svuotarlo. Logica allo stato puro.

Dr. Alan LockwoodProfessore emerito dell’Università di Buffalo (NY)
“Le particelle di cenere presenti nell’aria causano asma, infiammazioni e reazioni polmonari. L’uso di aspiratori specifici aiuta a minimizzare gli effetti negativi in casa”.

Pulizia e manutenzione

Ricollegandoci al criterio di acquisto precedente, siamo arrivati alla parte meno piacevole di possedere un aspiracenere. La pulizia di questi apparecchi può essere davvero faticosa. Occorre tenere in considerazione che la cenere è un rifiuto capace di impregnare con facilità superfici e tessuti: per questo motivo, meglio che il sistema per lo svuotamento del serbatoio sia facile e veloce.

L’ideale è avere un serbatoio che possa essere lavato; se il nostro aspiracenere lo possiede, meglio che anche il filtro HEPA possa subire lo stesso trattamento. In questo modo, si troveranno sempre nelle migliori condizioni possibili. Un filtro HEPA sporco e congestionato non serve a nulla, e finirà per pregiudicare il rendimento dell’aspiracenere. Per questo motivo, questo aspetto è estremamente rilevante nel processo di scelta del modello.

https://www.instagram.com/p/B3H2HJ7AMkC/

Dimensioni e peso dell’aspiracenere

Abbiamo iniziato questo articolo dicendo che un aspiracenere può essere per uso domestico o professionale. In base allo scopo per il quale andremo ad utilizzarlo, avremo bisogno di un modello più potente o con un serbatoio dalla capacità maggiore. Più grande è il serbatoio, in generale, più grande sarà l’aspiracenere. E anche più pesante.

Per la casa, meglio preferire un aspiracenere leggero, compatto e maneggevole. In questo modo, sarà possibile riporlo facilmente e muoverlo senza alcuna difficoltà. Invece, in uno spazio più ampio, si avrà bisogno di un aspiracenere dalle dimensioni maggiori. Occorre comunque trovare il giusto equilibrio tra un apparecchio più grande e un peso ragionevole; altrimenti, l’utilizzo sarà difficile e anche pericoloso.

Conclusioni

Se sei arrivato fino a questo punto senza saltare neanche una riga dell’articolo, puoi definirti un buon conoscitore degli aspiracenere. Lo scopo del testo era mostrare questo prodotto a dei potenziali acquirenti, andando a rispondere anche alle domande principali: a cosa serve? Quali tipologie esistono? Qual è la differenza tra di esse? Quali sono i criteri da tenere in considerazione nella scelta del modello più adatto a noi?

Come se non bastasse, abbiamo anche aggiunto una lista di prodotti consigliati: si tratta di modelli perfetti per tipologie diverse di utenti. Alcuni sono infatti concepiti per un uso domestico, mentre altri per un uso professionale. L’importante è confrontare le caratteristiche tecniche e il prezzo prima della scelta. Tuttavia, grazie alla nostra lista di prodotti, questo processo dovrebbe essere molto più semplice.

Cosa aspetti a mettere in pratica le tue nuove conoscenze e i consigli che ti abbiamo dato? Condividi questo articolo con i tuoi amici: in questo modo, non sarai l’unico a beneficiare dei vantaggi di scegliere un prodotto dopo essersi informati a dovere. Inoltre, se lo desideri, puoi lasciarci un commento con i tuoi dubbi o opinioni. Ora non ti resta che acquistare il tuo nuovo aspiracenere!

(Fonte dell’immagine in evidenza: Popov: 51450461/ 123rf.com)

Perché puoi fidarti di me?